PORTARE IN INVERNO: FREDDO NON TI TEMIAMO!

 

Questo post l'ho scritto dopo il vostro fantastico aiuto nel segnalarmi siti e marchi di giacche adatte per il babywearing invernale!

 

Come vi ho già raccontato, nonostante Ludovica sia la terza figlia, è la prima volta che mi approccio alla fascia! Con Lorenzo avevo sperimentato il marsupio (che adoro!), ma quando era più grandicino... ovvero quando ha iniziato ha sorreggere la testa da solo.

 

Ma con la terza figlia ho avuto il bisogno di portarla cuore a cuore fin da subito... per comodità, praticità, per combattere le coliche, per rincorrere Lorenzo... per sentirla ancora più mia ❤️

 

Ora, con l'inverno alle porte, è necessario trovare una soluzione per tenere Ludovica al caldo, così ho chiesto a voi dritte e consigli su giacche adatte al portare... e poi ho scritto questo post per essere utile ad altre mamme con questa necessità!

 

Ecco quindi tutti i link che mi avete suggerito! Grazie ancora ragazze!

leggi di più 0 Commenti

ALLA SCOPERTA DEL GUSTO

 

Qualche settimana fa vi avevo confessato che tra me e la cucina non c’è tutto questo grande feeling… probabilmente per mancanza di tempo, probabilmente perché il tempo che serve per pensare a cosa cucinare, avere gli ingredienti e mettersi ai fornelli, preferisco impiegarlo in altro modo. O molto più probabilmente perché non mi appassiona.

 

Direi una bella incoerenza, se poi penso a quanto adoro mangiare invece! E mica le stesse cose sempre… no, no, sono pure pretenziosa. Mi piace assaggiare piatti ricercati e nuovi accostamenti. Ma non datemi cose crude, piccanti o con troppo aglio! Confesso, poi che per me la cucina mediterranea è il massimo e ho un debole per le ricette e gli alimenti tipici pugliesi (sapete che mio papà è di Castellana Grotte (Bari) e ho vissuto lì fino a 8 anni?).

leggi di più 0 Commenti

PANTS LINES SPECIALIST MATERNITY, PROMOSSI!

 

Se penso all’emozionante momento in cui ho preparato la valigia per l’ospedale mi sembra una vita fa… e invece sono passati solo tre mesi, di sicuro particolarmente intensi e stancanti, ma con una marmocchia in più che ora riempie i nostri cuori di sorrisi bellissimi!

 

Attraverso le stories sul mio profilo Instagram vi avevo mostrato i Pants Lines Specialist Maternity, ricordate? Vi avevo chiesto se li conoscevate e se li avevate già provati… in tantissime mi avete risposto di sì, mentre per me era davvero la prima volta! Non ne avevo mai sentito parlare, ma viste le vostre tante recensioni positive ero davvero curiosa di testarle per poi poterle recensire.

 

Così ho inserito una confezione in valigia, contenente 10 mutande assorbenti usa e getta (disponibili in misura Media e Large) e ho iniziato ad indossarle subito dopo il parto.

leggi di più 0 Commenti

LE FIBRE SONO IMPORTANTI PER I NOSTRI BAMBINI

 

A giugno abbiamo avuto modo di confrontarci su una tematica a noi mamme tanto cara: l’allattamento. Come ambasciatrice di My Mellin Blog, vi avevo poi presentato la gamma di latti crescita Mellin. Mentre a luglio abbiamo parlato di svezzamento e della delicatezza di questa importantissima fase di crescita.

 

In questo articolo vorrei quindi porre nuovamente la nostra attenzione sull’importanza per i nostri bambini di ricevere i nutrienti giusti ed equilibrati a partire dal momento dello svezzamento, parlando in particolare di fibre. Frutta e verdura, infatti, devono essere sempre presenti nella dieta quotidiana dei più piccoli e di tutta la famiglia.

leggi di più 0 Commenti

IL MIO TERZO PARTO

 

Eccomi! finalmente riesco a pubblicare il post sul mio ultimo parto. È ormai passato un mese, lo so, ma come molte di voi sapranno… lasciatemelo dire… è un bel casino! E con tre marmocchi il livello si complica notevolmente eh eh…

 

In questo pezzo vi ho raccontato dei miei primi due parti: naturale indotto con Lavinia e cesareo con Lorenzo. Mentre qui ho condiviso il mio desiderio di avere nuovamente un parto naturale con Ludovica. E fortunatamente così è stato!

 

A distanza di un mese, se ripenso al 14 luglio, sono sicuramente due le parole che meglio descrivono il travaglio: breve ma intenso!

 

Ricordo ancora le parole dell’ostetrica che mi ha seguito durante tutta la gravidanza: “Il terzo figlio ci mette un po’ a partire… ma quando decide che è il momento è un fulmine!”. E così è stato!

 

Ho avuto contrazioni per due notti, giovedì e venerdì, piuttosto forti, tanto che nel buio del mio letto pensavo: “Aspetto che arrivi l’alba per attivare tutta la tribù, mi faccio la doccia e poi partiamo per Merano…”. Peccato che poi al mattino le contrazioni si bloccavano totalmente!

leggi di più 1 Commenti

UN REGALO BELLO E UTILE IN DOLCE ATTESA: LA BABY BOX

 

L’arrivo di Ludovica è stato accolto con tantissimi auguri e dolcissimi regalini anche da parte di voi lettrici che piano piano vi farò vedere!

 

È davvero bello e inaspettato vedere come anche nel mondo del web e dei social si possano creare dei legami… perché siete davvero in tante ad avermi manifestato un vero coinvolgimento per la sua nascita e la nostra vita in generale! Grazie per tutto questo!

 

Tra i tanti regali, la piccola Ludovica ha ricevuto anche la Baby Box… vi ricordate che ve l’avevo mostrata nelle stories di Instagram quando avevo ancora il pancione? Si tratta di un prodotto Mukako (www.mukako.com) pensato per tutte le mamme in dolce attesa.

 

leggi di più 2 Commenti

TRATTAMENTI AI CAPELLI IN GRAVIDANZA: SI O NO?

Trattamenti ai capelli in gravidanza, si può? Partiamo da un presupposto.. nessuno vi potrà mai dare una certezza assoluta. Affidarsi a professionisti che vi sappiano spiegare con attenzione i trattamenti a cui state per sottoporvi, però, mi sembra sottinteso.

 

Io nella mia esperienza professionale ho affrontato più volte questo argomento, e quello che potrei dire con estrema certezza è: non cambiate le buone abitudini, e se ne avete di meno buone, forse è il momento di migliorare il rapporto con i propri capelli!

 

Viene normalmente sconsigliato di sottoporsi a trattamenti “aggressivi" perlomeno nei primi 3 mesi di gravidanza, poiché il fisico sembra essere più esposto ad agenti esterni. Ma non sembra esser mai stato dimostrato un pro ed un contro di questo specifico argomento! Come riporta L’oreal sul proprio sito, per tutto quanto riguarda il mondo della cosmesi, le donne in dolce attesa vengono “trattate” come se non lo fossero, poiché i rischi e le percentuali di reazione ad ogni singolo prodotto o ingrediente, non subiscono aumenti in tale periodo.

leggi di più 0 Commenti

COS'è LA LOGOPEDIA?

 

La logopedia è un importante settore della riabilitazione che riguarda la prevenzione, l'educazione e la rieducazione della voce, del linguaggio scritto e orale, della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica.

 

Da non dimenticare però l’importante branca legata ai disturbi di alimentazione e deglutizione meglio definita con il termine disfagia e dello squilibrio muscolare orofaciale legato a malfunzionamento muscolare del distretto oro-baciale (ovvero i dentini storti per i quali la causa è un movimento scorretto della lingua e della muscolatura del viso).

 

La logopedia abbraccia tutte le età, dal neonato, in caso di fragilità legate alla suzione, al bambino in particolar modo supportandone l’evoluzione del linguaggio e del pensiero oppure al fine di guidare il corretto equilibrio funzionale oro-faciale che consente il corretto sviluppo del volto e dell’equilibrio ortodontico. 

leggi di più 0 Commenti

ALLATTAMENTO: QUANDO NON è UN GIOCO DA RAGAZZI!

 

Ci siamo davvero, ormai manca poco e tra le mie braccia stringerò Ludovica. E chiaramente ci sono delle domande che giorno dopo giorno stanno diventando sempre più forti: “Riuscirò ad allattare? Avrò abbastanza latte? Si attaccherà correttamente?”.

 

Domande che, per chi ha allattato, possono sembrare banali, ma fidatevi che non è sempre così! E io posso affermarlo.

 

Quando aspettavo Lavinia, come tutte le neo mamme, non potevo immaginare a cosa andavo incontro, cosa significhi davvero allattare. Ma soprattutto quanto possa essere difficoltoso farlo, sia a livello fisico, che psicologico. Ma ero assolutamente determinata a farlo!

leggi di più 9 Commenti

SPINGERE O NON SPINGERE, è QUESTO IL DILEMMA!

 

Ed eccoci arrivate, sento davvero che il bimbo sta per nascere… e ora cosa succede?

 

Nell’immaginario comune il momento dell’uscita del bambino è avvolto da mistero misto alla paura del dolore e al panico.

 

In realtà, ragazze, diciamocelo chiaramente: i momenti delle spinte sono la parte migliore da affrontare!

 

Ormai le fasi iniziali in cui ti senti un po’ impotente sono alle spalle, ora veramente senti crescere in te il desiderio inconscio e incontrollabile di spingere alla vita il tuo bimbo da una parte e dall’altro invece vorresti a tutti i costi che restasse con te, al sicuro in un posto in cui sei tu a prenderti cura di lui e lo puoi proteggere con il tuo corpo.

leggi di più 0 Commenti

L'INSERIMENTO AL NIDO O ALLA SCUOLA MATERNA. CHE PASSO IMPORTANTE!

 

Arriva il momento in cui, per scelta o per necessità, ci dobbiamo separare dal nostro bambino ed affidarlo a figure estranee alla famiglia, in un posto totalmente nuovo, che prevede tempi e regole diverse da quelle alle quali è stato abituato fino a questo momento.

 

La scelta di iscriverlo già all’asilo nido, potrebbe derivare sia da una necessità lavorativa, sia da una volontà di farlo interagire con altri bambini: indipendentemente da ciò, il bambino ha la possibilità di iniziare ad imparare a condividere spazi, giochi ed attenzioni dell’adulto.

 

Inoltre, per i genitori potrebbe rappresentare una possibilità di imparare a gestire la propria apprensività che talvolta rischia di non consentire al proprio figlio di sperimentare la giusta autonomia.

 

Al momento dell’iscrizione all’asilo nido o alla scuola materna, è importante tener conto di alcuni aspetti per fare in modo che questo momento di passaggio avvenga nella maniera più serena possibile, sia per i genitori che per il bambino stesso.

leggi di più 0 Commenti

IMMUNOPROFILASSI IN GRAVIDANZA PER DONNE RH NEGATIVE

 

Come promesso, ecco qui il post informativo sulla immunoprofilassi in gravidanza in donne RH negative.

 

Vi dico subito che questo post non è ovviamente farina del mio sacco, ma sono tutti concetti presi da un file informativo dell'Azienda Sanitaria della Provincia Autonoma di Trento.

 

Che cosa vuol dire avere il gruppo sanguigno RH negativo?

La sigla RH si riferisce ad una proteina presente nei globuli rossi del sangue. Chi ha queste proteine appartiene ai gruppi sanguigni “RH positivo”, chi non le ha, invece, è classificato come “RH negativo”. Se una donna in gravidanza è Rh negativa, mentre il feto è Rh positivo, potrebbero verificarsi delle complicazioni.

leggi di più 0 Commenti

MY MELLIN BLOG. PERCHE’ SONO ORGOGLIOSA DI FAR PARTE DI QUESTO PROGETTO!

 

Tra mamme, si sa, l’argomento alimentazione è piuttosto ricorrente. E come non potrebbe esserlo?

 

La nutrizione pediatrica è un periodo critico per lo sviluppo e la crescita di ogni bambino, che può avvenire in modo molto sereno e naturale, ma che può portare con sé anche molte difficoltà e paure.

 

Ecco perché, da quando esiste il mio blog, ho sempre posto molta attenzione alle tematiche alimentari, proponendovi spesso approfondimenti e pareri scientifici sull’argomento!

leggi di più 1 Commenti

10 FALSI MITI SULLA GRAVIDANZA

 

Sono molto felice di condividere con tutte voi il primo post in collaborazione con JustMamma, una piattaforma online per mamme e future mamme creata da Viviana, ostetrica con 15 anni di esperienza in sala parto, e Natalia, una neomamma.

 

Iniziamo quindi con un pezzo molto, ma molto interessante! I 10 falsi miti sulla gravidanza:

 

1. IL MOVIMENTO FA MALE E PUÒ IRRIGIDIRE IL PERINEO

Eccoci, cosa non si inventano i pigri! Assolutamente errato, anzi suggeriamo esattamente il contrario! Evita di stare troppo a lungo seduta, anche a lavoro magari alzati per fare due passi almeno 5 minuti ogni ora. Puoi fare passeggiate all’aria aperta, nuotare e fare yoga o pilates.

Se sei un atleta già molto allenata, puoi continuare, magari riducendo il ritmo, ma se non lo sei non cominciare ora ad allenarti per una gara. Tutte le attività aerobiche e moderate, in particolare se all’aperto sono da consigliare.

 

leggi di più 0 Commenti

TUTTO IL NECESSARIO PER IL NUOVO ARRIVATO!

 

Come già sapete sono entrata nel pieno dei preparativi del nido per Ludovica… era anche ora, direte voi! Sì, lo so, avete ragione… ma probabilmente me la sono presa molto con comodo perché ho praticamente già tutto, essendo la terza figlia... L’unica cosa a cui ho dovuto davvero pensare è stata quella di acquistare un po’ di vestiario estivo, perché le prime cosine di Lavinia, essendo nata a gennaio, sono tutte invernali!

 

Così, come sempre, ho iniziato a fare le mie solite liste… e ho pensato che potrebbe tornare utile anche a voi!

 

Ovviamente ci saranno delle cose che per alcune di voi potrebbero non servire e molto probabilmente ne mancheranno di altre, ma credo che sia una buona base di partenza per non dimenticare nulla in previsione dell’arrivo del nuovo cucciolo della famiglia!

 

Ecco quindi la mia lista:

leggi di più 4 Commenti

I TERRIBILI DUE!

 

Tra i 18 ed 24 mesi i bambini iniziano ad utilizzare il linguaggio per codificare la loro esperienza personale: riferiscono di piccole cose che hanno fatto o vissuto, desideri ed attività che vorrebbero fare.

 

Oltre che al raggiungimento di questa fondamentale tappa comunicativa, in questo periodo i bambini iniziano a comunicare anche attraverso il comportamento: viene descritto, infatti, il terribile periodo dei “NO”.

 

Si tratta di una fase in cui appare un fisiologico aumento di atteggiamenti in senso oppositivo provocatorio, dovuta prevalentemente a crescenti esperienze di autonomia e di attiva sperimentazione della loro presente, seppur piccola, identità. Iniziano infatti a riconoscere sé stessi (anche allo specchio), camminano e corrono verso oggetti, attività e persone di loro interesse, imparano quotidianamente parole che serviranno loro per acquisire sempre maggiore autonomia. Appaiono così più frequentemente capricciosi, “testardi”, costantemente in movimento, alla continua ricerca delle attenzioni dei genitori con richiami, talvolta urla e pianti, senza apparenti motivi particolari.

 

Come interpretarli?

leggi di più 0 Commenti

FESTA DELLA MAMMA: IDEE REGALO PER CONDIVIDERE MOMENTI

 

La seconda domenica del mese di maggio (che quest’anno coincide con il giorno 13) arriva la ricorrenza della Festa della mamma e l’usanza vuole che i figli le donino un regalo per ringraziarla di tutto quello che fa per loro ogni giorno!

 

Mancando ormai pochi giorni all’evento, immagino che sia già scattata la caccia al regalo! Ho quindi pensato di proporvi qualche idea come carinissime alternative ai soliti fiori o cioccolatini.

 

Ma prima, facciamo le serie e vediamo un po’ di storia...

 

A parlare per la prima volta di festa della mamma fu Julia Ward Howe, nel lontano 1870, che introdusse quello che venne chiamato Mother’s Day for Peace come momento di riflessione contro le guerre che in quel momento dilagavano in tutto il pianeta. Tale tipologia di ricorrenza si è poi trasformata ed evoluta in qualcosa di più commerciale, legato all’omaggio che viene fatto alle mamme, e viene ancora oggi festeggiata in tantissimi paesi anche se le date variano nei diversi mesi dell’anno.

leggi di più 0 Commenti

HABEMUS NOME! BABYL SI CHIAMERà...

 

Ci siamo! Finalmente abbiamo scelto il nome di BabyL!

 

Nome che forse c’è sempre stato... perché scelto da Lavinia praticamente da subito, a volte nominato dal papà, tante e tante volte sussurrato da me, mentre cerco di immaginare il volto della mia bambina.

 

Ma non ci siamo mai presi la briga di dire: “Ok, ci siamo, è questo il nome. È il nome giusto”.

 

Avevamo solo una certezza: che sarebbe iniziato per L.

E non per una fissazione in particolare, ma perché è andata così… spontaneamente.

 

leggi di più 7 Commenti

FIEMME 3000. UN'AZIENDA DAVVERO BIOCOMPATIBILE

 

Più volte vi ho promesso che vi avrei parlato di Fiemme 3000, un’azienda che post dopo post avete iniziato a conoscere, magari anche inconsapevolmente, da quando ho deciso di condividere il mio mondo sui social… la mia vita, i miei affetti, le mie passioni, la mia casa.

 

Dove si respira bosco e legno. Ovunque.

 

Dai pavimenti che fanno spesso da sfondo alle mie foto, alla mia taverna, alla libreria meravigliosa che spesso mi chiedete di chi sia, alla culla che vi ho presentato la scorsa settimana nelle story… e presto anche la cameretta di Lavinia e di Lorenzo verrà progettata e creata da questa azienda!

leggi di più 0 Commenti

PARTO SPONTANEO DOPO TAGLIO CESAREO? SI PUò!

 

Il detto del Dottor Cragin (1916) “Una volta cesareo, sempre cesareo” è ormai una frase fuori moda nel mondo dell’ostetricia.

 

Il parto spontaneo dopo taglio cesareo non solo è possibile, ma è una pratica che si sta diffondendo molto.

 

Viene sempre di più proposto alla donna precesarizzata il cosiddetto “Parto di prova”, ovvero la possibilità di travagliare e partorire spontaneamente. La percentuale di successo è infatti molto buona: 60% per le donne con un taglio cesareo e nessun parto spontaneo alle spalle, 80-85% per le donne con taglio cesareo e almeno un parto spontaneo alle spalle.

leggi di più 0 Commenti

ACIDO FOLICO IN GRAVIDANZA

 

La gravidanza, momento magico di cambiamento, fisico e psicologico, di ogni futura mamma. Ogni donna viene assalita da dubbi amletici, tanti (troppi) specialisti che ci mettono parola, tanti (spesso troppi) esami che hanno trasformato nove mesi di scoperta e di rinnovamento in una corsa contro la burocrazia, all’esame facile e infine anche all’integratore facile. Medici, ginecologi, farmacisti, vicine di casa e amiche che iniziano a consigliare di prendere questo quello e quell’altro in nome di una ‘sicurezza in più’ o di una ‘salute’ che in realtà si costruirebbe in primis a tavola…

 

Oggi vorrei soffermarmi su uno dei campi che mi competono: gli integratori!

 

Partendo dal presupposto che normalmente e fisiologicamente nessuno di noi avrebbe bisogno di integratori se conducessimo una vita sana all’aria aperta, esponendoci normalmente al sole e mangiando in maniera equilibrata e varia e soprattutto abbondando con i cibi vegetali…. Ci sono dei momenti della vita in cui gli integratori (alcuni, non tutti!) sono necessari.

leggi di più 0 Commenti

SHOPPING ONLINE PREMAMAN

 

Ragazze il calendario dice che è primavera, anche se le temperature di questi giorni cercano di demoralizzarci...

 

Sapete che cosa significa? Che si avvicina il tanto amato/odiato cambio armadio. Nonché il total shopping per i bambini, per i quali pare essere una missione impossibile ammortizzare gli acquisti per più di una stagione.

 

Cliccando qui potete leggere un vecchio post, ma sempre molto utile per quanto riguarda lo shopping online per i bambini (e anche per noi mamme).

 

Mentre oggi proviamo a stilare una lista dei siti più interessanti per le mamme in dolce attesa! Sicuramente ne avrò dimenticato qualcuno di interessante e certamente molti non ne conoscerò… quindi sbizzarritevi nei commenti e segnalatemi tutte le vostre conoscenze in quanto a shopping online premaman!

 

Buon divertimento pancione!

 

leggi di più 2 Commenti

L'ARRIVO DI UN FRATELLINO/SORELLINA

 

L'arrivo del secondogenito se da un lato porta con sé la gioia della nuova attesa, dall'altro potrebbe scaturire dubbi ed incertezze rispetto alla relazione che da lì a poco si modificherà con il primo figlio: “Sarà geloso/a?”, “Come dividerò le mie attenzioni?”, “Gli vorrò bene come al primo/a?”, sono pensieri inevitabili ed assolutamente legittimi che dimostrano la forte sensibilità che da genitori si nutre nei confronti dei propri figli.

 

Non c'è da stupirsi se il nostro bambino (ovviamente a seconda dell'età lo farà in modo diverso) metterà in atto comportamenti provocatori o, in altri casi, comportamenti tipici di quando era più piccolo, tutte manifestazioni utili ad attirare l'attenzione che fino a qualche giorno prima era totalmente rivolta verso di lui. 

leggi di più 0 Commenti

FAI CHE SIA DAVVERO DOLCE L'ATTESA!

 

Il test è positivo. Non ci sono dubbi. Sono incinta.

 

Shock, gioia, lacrime, paura, incredulità, felicità incontenibile. Sono tante le emozioni che ci possono colpire alla vista di quelle due lineette.

 

E poi le domande. Tante domande.

 

A quante settimane sono? Quanto nascerà? Cosa devo fare ora? E l’alimentazione? Il mio lavoro! Esistono dei corsi di preparazione al parto? Sarà il momento giusto? Che penserà la mia famiglia? E ancora molti altri punti interrogativi. Che molto spesso ritornano anche se non si è alla prima gravidanza.

 

Così ho deciso di mettere per iscritto i consigli che voglio dare a me stessa per cercare di vivere serenamente i prossimi mesi di gravidanza e che spero possano aiutare anche voi. Per affrontare questa dolce attesa nel miglior modo possibile e godermela, giorno dopo giorno.

 

leggi di più 0 Commenti

PILATES IN GRAVIDANZA SI Può

 

L'attività motoria in gravidanza è fortemente consigliata, tuttavia è altrettanto importante scegliere quella adatta!

 

Non sono consigliate, infatti, le attività che aumentano eccessivamente il battito cardiaco, mentre vanno bene quelle attività che mantengono il corpo in movimento e che insegnano a respirare correttamente, poiché un fisico allenato sopporterà meglio le difficoltà del parto e del post partum.

 

Fra le varie possibilità il Metodo Pilates rappresenta una disciplina di allenamento ottima per la donna in gravidanza e nel post parto.

 

leggi di più 0 Commenti

SVEZZAMENTO: QUALE METODO HO SCELTO PER I MIEI BAMBINI

 

Non vi ho mai raccontato il momento dello svezzamento dei miei bambini, una tappa a mio avviso importantissima e, allo stesso tempo, molto delicata perché determinante per lo sviluppo di corrette abitudini alimentari.

 

Lavinia non è mai stata una bambina propensa ad approcciare nuovi sapori e consistenze, mentre Lorenzo è sempre stato molto curioso. Nei suoi primi mesi di vita si attaccava famelico al seno, verso i cinque mesi, su consiglio del nostro pediatra, impazziva per la frutta omogeneizzata e poi, a sei mesi, le prime pappe! Ho sempre preferito iniziare con le classiche pappette senza sale aggiunto: un po’ perché credo che sia giusto inserire gradualmente gli alimenti, un po’ perché mi rassicurava sapere a grandi linee quanto mangiavano, ma soprattutto perché mi ha sempre messo molta ansia la possibilità che potessero ingerire pezzi di cibo troppo grandi.

leggi di più 3 Commenti

IT'S A GIRL!!!

 

Signori e Signore... è una femminuccia!

 

E siamo pazzi di gioia! Il papà desiderava un'altra piccola monella e io anche... sì perché dovete sapere che non appena ho scoperto di essere una futura mamma tris ho iniziato ad alimentare tutta una mia paranoia...

 

Parlando con molte mamme di tre, quasi tutte mi hanno detto di porre attenzione al figlio di mezzo. Perché il primo figlio sarà sempre il primo, con tutte le nuove esperienze e le prime volte. Il terzo figlio sarà il piccolo di casa, il coccolato e spupazzato da tutti. Mentre il secondo figlio sarà lì, nel mezzo appunto, "lasciato" un po' così.

 

Quindi mi sono convinta che questa traumatica esistenza potrebbe essere evitata con l'arrivo di una sorellina. In questo modo Lorenzo, sebbene sia il figlio di mezzo, rimarrebbe comunque il mio unico maschietto, il principino di casa!

leggi di più 1 Commenti

LAZY BEAUTY ROUTINE

 

Che tu sia diventata mamma da poco o che tu lo sia già da qualche anno non devi mai dimenticarti una cosa molto importante: la cura di te stessa.

 

Sei pigra, alla sera non hai voglia di struccarti e al mattino ti svegli in pieno pandastyle? Cambia subito le tue abitudini skincare, fra qualche anno sono certa che mi ringrazierai.

 

Questo post è per tutte voi, che magari pensate possa essere ancora presto per usare quella crema miracolosa contorno occhi o l'idratante prima di asciugarvi i capelli con il phon (sì, avete lette bene, prima di asciugarvi i capelli con il phon). Non pensatelo! 

 

Non è mai troppo presto per iniziare la corretta beauty routine e, credetemi, vi basteranno pochissimi prodotti e pochissimo tempo. Però quel tempo che oggi decidete di dedicarvi, vi aiuterà quando avrete qualche anno in più, ma ancora la pelle del viso morbida come una pesca.

leggi di più 0 Commenti

SIMPLYTEMP24, PER UN MONITORAGGIO A DISTANZA DELLA FEBBRE

 

Queste settimane sono state un vero incubo in tutta Italia per quanto riguarda la febbre! E i più colpiti sono stati i bambini tra gli 0 e i 5 anni.

Ovviamente noi non potevamo essere da meno… colpiti e affondati per tutte le vacanze natalizie!

 

Quindi sono certa che sapete bene di cosa parlo quando dico “ansia da misurazione e monitoraggio” della febbre, soprattutto durante la notte.

 

E se non mi sveglio? E se non mi chiama, ma la febbre è salita? Ma questo termometro funziona? Riesci a stare fermo qualche secondo?    

leggi di più 0 Commenti

SIAMO INCINTI!

 

Innanzitutto grazie grazie grazie per i vostri messaggi di auguri e sostegno morale. Mi avete detto che tre è fattibile, tre è bello, tre è il numero perfetto! E così sia!

 

Chi mi conosce sa che, se fino a 6 anni fa non volevo nemmeno figli, dopo essere diventata mamma mi si è aperto un mondo. Un mondo di amore, davvero troppo difficile da descrivere. E così sono passata da essere una cinica femminista ad una donna che ha scoperto di essere davvero completa grazie alla magia dell'essere madre. Una frase fatta direte voi, sì lo pensavo anch’io. Come ho sempre pensato che non c’è scritto da nessuna parte che una donna per sentirsi appagata deve necessariamente avere una propria famiglia. Per me, però, è stato così.

 

E ora veniamo a noi... siamo incinti per la terza volta!

 

Da sempre sogniamo di entrare nel club delle famiglie numerose (ok forse più io del papà), ma quando ci fermavamo a pensare razionalmente a questo passo… come dire… eravamo molto felici di quello che avevamo già 😜. Un giorno “sarebbe bello”, il giorno dopo “no dai, siamo appena usciti dal tunnel del neonato”. E ancora “che nostalgia di uno scricciolo piccolo”, a “finalmente Lorenzo sta diventando autonomo”.

leggi di più 8 Commenti

QUELLO CHE AUGURO AL MIO ESSERE MADRE

 

Molti, con l’arrivo dell’anno nuovo, si fissano dei nuovi propositi, sogni o obiettivi. Io invece ho deciso di mettere per iscritto tutte quelle cose che mi aiutano ad essere una madre migliore.

 

Cose che probabilmente varranno solo per me, o magari toccheranno anche qualcuna di voi. Sta di fatto che troppe volte ho permesso al mondo intero di intromettersi nel mio delicato ruolo di madre e di condizionarmi.

 

Ecco quindi cosa mi auguro per il mio futuro di mamma:

 

leggi di più 0 Commenti

IL MEGLIO DI MAMMA DOLOMITICA 2017

 

Penultimo giorno del 2017. E ultimo post, dove potete trovare i 10 articoli più letti dell’anno. Cliccando sui titoli potete rileggerli se vi va, o leggerli per la prima volta se vi interessa!

 

Nel frattempo ne approfitto per farvi i miei migliori auguri per un 2018 ricco di progetti da sviluppare e sogni da realizzare. Tantissima salute e amore a volontà!

 

E vi ringrazio per avermi accompagnato in questa avventura del blog, sia su Facebook che su Instagram.

 

Grazie davvero! E grazie anche a tutte le mitiche mamme a amiche che contribuiscono con pezzi super interessanti!

leggi di più 0 Commenti

LA SCUOLA MATERNA, DUE LIBRI PER VIVERE INSIEME QUESTO VIAGGIO

Ad un mese dall’inizio della scuola materna è il momento di tirare le fila…

 

A voi come sta andando? I vostri bambini sono contenti e sereni al mattino o dovete affrontare lo straziante momento del distacco perché con gli occhioni pieni di lacrime vi dicono di non lasciarli soli?

 

Io con Lavinia fortunatamente non ho vissuto neppure un giorno di crisi, lei adora andare all’asilo e così, dopo i primi giorni in cui ero io a non essere molto tranquilla, ora è un piacere salutarla mentre indossa il suo grembiulino… mentre ho la vaga sensazione che non sarà così con Lorenzo il mammolo, staremo a vedere l’anno prossimo…

 

La scuola materna rappresenta per i nostri bambini un nuovo viaggio inesplorato, un momento indimenticabile di crescita, che spesso spaventa sia loro che noi genitori.

 

Come affrontare questi cambiamenti? Personalmente adoro introdurre le novità con un bel libro, trovo che per i bambini sia un metodo divertente, ma rassicurante allo stesso tempo.

leggi di più 0 Commenti

PENTIRSI DI ESSERE MADRE

Ieri sono stata con Lavinia in ambulatorio per una visita medica. Nella sala di attesa c’erano altre due signore, avranno avuto su per giù una quarantina d’anni.

Lavinia sfogliava il suo libro mentre io la osservavo in silenzio, pertanto mi è stato impossibile non ascoltare la loro conversazione.

Conversazione che ha generato in me molte riflessioni, domande ed emozioni contrastanti.

 

“A volte mi pento di essere diventata madre”

Senza grandi giri di parole, la confidenza è stata sostanzialmente questa.

 

Ci si può quindi pentire di diventare madre o padre?

leggi di più 0 Commenti

ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE VEGETARIANA E VEGANA... SI Può? SI Può...

Dopo aver affrontato il tema della alimentazione complementare (alias svezzamento) non potevo non affrontare un tema caldissimo nell’ultimo periodo, dopo alcune mal-informazioni della stampa (al solito sensazionalistiche e poco approfondite) che hanno accusato la scelta vegetariana o vegana come l’ultima moda per ammazzare i bambini.

 

Partiamo dal presupposto che io sono vegetariana da due anni circa e che IO ho fatto questa SCELTA PERSONALE per la salute del mio corpo e in parte anche per scelta ecologica. E la mia famiglia mi supporta nella MIA SCELTA e mi aiuta nel momento in cui i nostri ‘pasti’ divergono.

 

Mio marito è un carnivoro convinto, ma da quando stiamo insieme, oltre ad aver migliorato molto la dieta che seguiva, ha scoperto alcuni sapori che non prendeva neppure in considerazione, solo perché nella sua ‘cultura’ alimentare non erano previsti. Le mie figlie, entrambe, sono onnivore (cioè mangiano sia alimenti vegetali che animali) e questo per scelta mia e di mio marito, ma soprattutto, al momento, per scelta loro! Penso, infatti, che uno svezzamento vegetariano o vegano sia possibile, fino a un certo punto… non fraintendete quello che sto per dire, lettori vegetariani e vegani del blog, ma la scelta vegetariana/vegana dovrebbe essere sì una scelta di salute, ma anche una scelta autonoma per il bambino!

leggi di più 0 Commenti

LE NOSTRE FELICITà (ED INFELICITà)

Recentemente ho letto un interessantissimo articolo sulla rivista Elle. Si parlava di felicità (ed infelicità) e di altri aspetti legati alla sfera femminile emersi da una ricerca tra più di 30.000 donne di 45 Paesi diversi. Vediamo insieme qualche risultato:

  • Le donne più felici vivono in Canada, Quebec, Australia, Norvegia, Giappone, Olanda, Finlandia, Slovenia e Danimarca (a dimostrazione che lo stile hygge porta davvero dei risvolti positivi nella vita quotidiana).
  • Il 61% delle donne italiane dichiara di essere infelice (50% è “non così felice”, 11% è del tutto infelice).
  • La famiglia resta la principale motivazione di felicità, anche se solo per il 35% delle intervistate italiane. Seguita dalla vita sociale (23%) e dall’amore/sesso (solo per il 17%).
leggi di più 0 Commenti

MONTESSORI PER I GENITORI - IL LIBRO Più SEMPLICE CHE HO LETTO SU QUESTO METODO EDUCATIVO

Chi più, chi meno, ma sono sicura che quasi la totalità di noi genitori si è avvicinata, interessata e documentata riguardo al metodo Montessori.

 

Io, personalmente, l’ho fatto facendo varie domande ad una mia amica educatrice e leggendo libri; libri che, però, non sempre mi hanno chiarito al meglio come interpretare questo filone educativo e, soprattutto, come applicarlo nella piccola quotidianità casalinga.

 

Fino a quando ho letto “Montessori per i genitori” di Nicoletta Cola, docente ed educatrice montessoriana da oltre venti anni, e Antonella di Marco, psicologa della relazione educativa dal 1991 (EPC editore). È un libro breve e veloce da leggere che ha come obiettivo quello di trasmettere delle proposte pratiche per bambini da 0 a 3 anni che permettano di applicare il metodo a casa, in tutta semplicità e serenità.

 

E lo fa ricordandoci che, per realizzare un ambiente stimolante e consono allo sviluppo dei bambini, non è necessario fare chissà cosa né acquistare particolari mobili o giochi costosi. Ci sono moltissime attività, infatti, che si possono fare semplicemente riciclando materiali usati e con il metodo del fai da te!

leggi di più 0 Commenti

ZECCHE, PERCHè QUESTO INSETTO FA PAURA

Diciamocelo, per gli insetti è dura provare attrazione, tutti, non ne salvo nessuno. Ma c'è un insetto in particolare che ogni estate mi fa venire la pelle d'oca e scatena in me l'ansia di controllo dopo ogni passeggiata... e questo signori e signore è un vero mostro! La zecca!

 

Perché la zecca e non il maggiolino o la cavalletta? Perché la zecca è pericolosa, può trasmettere non una, ma tante malattie, due delle quali possono essere molto pericolose, soprattutto nei bambini perché sono asintomatiche o danno sintomi simili a una banale influenza.

 

La zecca dei nostri boschi trentini non è innocua, per niente, e chi vi dice il contrario vi sta mentendo! Questo vero mostro zannuto e succhiasangue, a differenza della zanzara, è subdolo! Quando morde, inietta un anestetico locale che non fa sentire la puntura, ha dimensioni spesso talmente piccole da non essere vista bene se non con una lente di ingrandimento (le larve sono grandi 1 mm) e intanto si pappa le vostre meravigliose cellule del sangue indisturbata, spesso nascosta in zone dove non guardiamo molto... inoltre simpaticamente, mentre mangia, vista la foga, rigurgita e può buttare dentro al nostro circolo questi simpatici mostriciattoli microscopici (batteri e virus) che trasporta dagli animali parassita nel bosco.

leggi di più 3 Commenti

CON PETIT FERNAND IDENTIFICHI TUTTO E NON PERDI Più NULLA!

E anche la nostra prima colonia estiva è conclusa! Che bellissima esperienza, Lavinia andava ogni giorno con il sorriso, anche perché la settimana era ricca di attività davvero coinvolgenti: orienteering, trote, pompieri, gita in cabinovia alla scoperta del bosco e tantissimi giochi e lavoretti!

 

Una nuova esperienza da aggiungere alle altre nostre prime volte, custodite dentro al cuore! 💕

 

Come sempre, la più emozionata ero io! Da settimane ero già in agitazione da organizzazione…. et voilà, una splendida occasione per fare shopping online su Petit-FernandEra da molto che seguivo tutti i loro prodotti e finalmente avevo la scusa perfetta per andare di PayPal 😅😉

leggi di più 0 Commenti

SVEZZAMENTO: COSA FARE SE?

Dopo il pezzo introduttivo sullo svezzamento e l'alimentazione complementare e quello riguardante il quando e cosa dare al nostro bambino, vediamo COSA FARE SE...

 

Cosa fare se non mangia dal cucchiaino?

Fa lo stesso, provate a dargli qualche pezzetto ben cotto e lasciatelo manipolare! Se non vi fidate, tritate tutto e lasciatelo sperimentare.

 

Cosa fare se siete maniaci della pulizia?

Beh, o vi comprate un cane che lecchi tutto il pavimento, oppure ve la mettete via! Da che mondo è mondo i bambini sporcano i pavimenti. Inoltre a 5-8 mesi c’è quella fase in cui buttano per terra ogni cosa mentre la guardano cadere dall’alto e aspettano che voi facciate qualcosa (tirarla su) per capire il nesso di causalità (io getto – lei tira su)… e faranno così 100-130 volte a pasto… ripeto mettetevela via! Si può optare per un panno, tipo tovaglia di plastica, da mettere sotto il seggiolone e a fine pasto raccogliete tutto. Vi da fastidio buttare via? Torniamo alla prima opzione: compratevi un cane 😜

leggi di più 0 Commenti

SVEZZAMENTO ED ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE: FACCIAMO CHIAREZZA! (PARTE 2)

Dopo aver condiviso nel primo pezzo che la prima primissima regola è Relax Stiamo Tutte Serene, vediamo oggi quando è il momento migliore per iniziare lo svezzamento e con quali alimenti!

 

Quando si può cominciare ad introdurre alimenti differenti dal latte?

Si inizia quando il bimbo è pronto (e anche la mamma), ovvero quando:

  • mostra interesse per il cibo presente a tavola o che avete in mano;
  • sa stare seduto da solo (o per lo meno semi-seduto… avete mai provato a mangiare da coricati?);
  • è in grado di manipolare le cose con il pugnetto, nel caso in cui decidiate di partire subito con pezzetti di cibo;
  • ha perso il riflesso di estrusione per cui, se gli mettete in bocca un cucchiaio o qualsiasi cosa, lo sputa fuori con la lingua.
leggi di più 0 Commenti

SVEZZAMENTO ED ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE: FACCIAMO CHIAREZZA! (Parte 1)

Il titolo di questo mio post è volutamente provocatorio… Perché nella realtà delle cose, svezzamento ed alimentazione complementare sono esattamente la stessa cosa!

 

Nel resto del mondo non esiste la nostra parola ’svezzamento’, viene usata solamente qui in Italia e oramai sui social, sui siti di blogger, persino sulle tanto odiate chat dei genitori, nominare la parola ‘svezzamento’  non sta per nulla bene… molto meglio parlare di autosvezzamento, termine che però è odiato da altrettanti genitori, perché si sentono incapaci se non stanno alle ferree regole dettate dalla rete e dai siti che lo propongono. Attenzione a non dire alle altre mamme che state facendo le pappette a vostro figlio, oltre a fare la figura della donna delle caverne, fuori dal mondo, verrete additate come troglodite che stanno mettendo a repentaglio la vita del proprio figlio.

 

Normale solidarietà femminile… ;-)

leggi di più 1 Commenti

ANDARE AL MARE SOLA CON BAMBINI SI PUò. FORSE. ANCHE NO

Evviva finalmente si parte. Destinazione mare. Io, voi e il sole.

 

Una quattrenne. Eccitata, ma placabile.

Un duenne. È chiaramente lui la vera minaccia di tutto questo progetto.

Un appartamento.

Un mac. Chi si ferma è perduto, il marketing non perdona. E nemmeno i miei soci uomini 😜

Un passeggino da combattimento. Quello serio e fico in macchina è matematico che non ci entra.

Un marsupio. Perché la quattrenne, per quanto montagnina sia, dopo un po’ dichiara fermamente di non voler più camminare.

Pranzi e cene congelati su gentile omaggio della nonna (santa sempre subito).

Giochi. Strategici e possibilmente unisex.

 

Piano da combattimento: sveglia - mare - pranzo - sonnellino - piscina - doccia - giretto in centro - giostrine - cena - nanna - lavoro.

 

Fantastico. È tutto molto bello e fattibile, davvero.

 

Bene. Ora che sono tornata a casa e ho realizzato di essermi notevolmente sovrastimata quale super mamma eroina dai mille poteri, una di quelle mamme stimatissime ed applaudite dal pubblico, ecco la mia verità: esaurimento e stanchezza. Sono queste le parole chiave che riassumono 14 giorni al mare con due marmocchi scatenati.

leggi di più 5 Commenti

FACCIAMOLI BACIARE DAL SOLE!

L’estate è arrivata e le giornate soleggiate diventano sempre più calde, così ci si può scoprire e lasciare respirare tutto il corpo. Il sole è un potente alleato per il benessere psico-fisico, ancora di più quando finalmente possiamo scoprirci e liberare braccia, collo, gambe dagli strati di tessuti che li coprono 9 mesi l’anno (almeno qui in Val di Fiemme!).

Oltre a migliorare l’umore e a scaldarci, il sole ha un’importantissima funzione: la sintesi di vitamina D!

 

Quali sono i benefici della Vitamina D

Si tratta di una vitamina molto importante, poiché aumenta le difese immunitarie specifiche (‘attiva’ infatti i linfociti T), è insieme ad altri ormoni, responsabile dell’assorbimento del calcio a livello intestinale, riduce l’infiammazione e il rischio di malattie sia autoimmuni che degenerative cerebrali e riduce il rischio cardiovascolare, oltre a liberare serotonina (ormone della felicità ndr). La sua carenza, può provocare nei bambini rachitismo e osteomalacia, nell’adulto riduzione del tono calcico dell’osso fino alla osteoporosi conclamata. Può inoltre aumentare il rischio di malattie degenerative negli anziani (Demenza di Alzheimer) e aumentare il rischio di sclerosi multipla.

leggi di più 0 Commenti

TALCO NON TALCO

Che amo il mare ormai lo avete capito... però un aspetto fantastico della mia valle Trentina è senza ombra di dubbio l'assenza di zanzare! Qui al mare, invece, occorre trovarsi pronte ed attrezzate per affrontare le punture ed il sudore tra i rotolini di ciccia dei nostri piccoli omini Michelin!

 

E' già da qualche anno che uso "Talco non talco" di Fiocchi di riso, un'emulsione fluida che si stende come una crema, ma che lascia immediatamente la pelle asciutta.

 

Non contiene talco, né paraffina, né parabeni e la sua formula a base di sostanze naturali (olio e amido di riso, calendula e olio di oliva) agisce sulla termo-regolazione cutanea, regolando sudore e odori... perfetta quindi per tenere lontane le zanzare (pur non essendo un repellente chimico!).

 

Vediamo insieme come utilizzarlo:

leggi di più 2 Commenti

IL SEGGIOLINO PORTATILE MINICHAIR

Quante volte andiamo in un ristorante e non hanno seggioloni per bambini? E magari non c’è neppure spazio per il passeggino. Per non parlare poi del momento vacanza e di tutti gli accessori “indispensabili” per i nostri bambini.

 

Così un giorno, navigando su internet, ho trovato un articolo a prova di vitainperennemovimento. Si tratta di Minichair di Minimonkey, una sorta di fascia in 100% cotone, morbida e flessibile per tenere seduto il bambino sulla sedia, di qualsiasi tipo essa sia.

 

Il sistema di fissaggio è semplicissimo ed è talmente poco voluminosa che, una volta chiusa, ha la dimensione di una mano, quindi è comodissima da tenere sempre nella borsa fasciatoio, senza doversi più preoccupare del momento del pasto.

 

La Minichair si può usare da quando il bambino riesce a stare seduto autonomamente ed il peso del bambino massimo consentito è di 20 kg. Chiaramente, non essendoci cinture come nei seggiolini, bisogna restare sempre vicino al bambino, per evitare che si sbilanci.

 

Ma per il resto, care mamme, è consigliatissimo!!! Io lo porto sempre con me!

leggi di più 1 Commenti

MAMME NEL MEZZO

In Italia è esplosa violentemente la bomba vaccinazioni. E le due fazioni pro e contro vaccino hanno iniziato a dichiarare con forza il proprio pensiero.

 

C’è chi dichiara che sono la salvezza dell’umanità e chi sostiene che sono solo uno strumento farmaceutico per farci ammalare.

C’è chi afferma con fermezza che ci proteggono dalle malattie, e chi si rifiuta di farli perché le malattie ce le fanno venire.

 

E poi ci siano noi, le mamme che stanno nel mezzo.

leggi di più 0 Commenti

VACCINI, OK AL DECRETO LEGGE

Da ieri le vaccinazioni sono tornate ad essere obbligatorie per i bambini da 0 a 6 anni: in assenza di vaccini i bambini non potranno accedere alle scuole materne ed agli asili nido.

 

Le dichiarazioni del Ministro Lorenzin

 "Superare le difformità a livello regionale e dare un' unica linea di indirizzo. Questo l'obiettivo del decreto approvato oggi, con cui abbiamo allargato a 12 le vaccinazioni obbligatorie per l'iscrizione a scuola. Vogliamo aumentare la copertura vaccinale in tutto l'arco della vita del ragazzo.

L'obbligo delle vaccinazioni per l'iscrizione a scuola scatterà dal prossimo settembre per la fascia di età 0-6 anni, ma questa strada dell'obbligo riguarda l'intero arco da 0 a 16 anni anche se con modalità diverse. Da 0 a 6 anni se non si rispetta l'obbligo di vaccinazione il bambino non potrà entrare a scuola.

Nel percorso scolastico si interviene per verificare che la copertura sia avvenuta e laddove non lo sia stato per mettere in campo una serie di misure che siano piuttosto stringenti nei confronti della famiglia e mettano in sicurezza la comunità scolastica. Queste azioni ci permettono di alzare rapidamente il livello di copertura in tutta la comunità e mettere in sicurezza tutta la popolazione.

La scuola avrà l'obbligo di riferire alla Asl la mancata vaccinazione, l'Asl avrà l'obbligo di chiamare la famiglia e dare dei giorni per vaccinare. Se ciò non avviene c'è una sanzione molto elevata. E il controllo avviene ogni anno, non una tantum". 

leggi di più 1 Commenti

PORTAMI SEMPRE CON TE... SECONDA PARTE!

Eccoci, come promesso, dopo aver condiviso qui le ‘regole’ per un vero portare ergonomico con il marsupio veniamo alla croce e delizia del portare: la fascia!

 

Partendo dal presupposto che può capitare: 

1. che vostro figlio non ami stare in fascia! 

2. che gente che incontrate per strada non si faccia gli affari suoi e metta parola dove non dovrebbe (ma questo non succede solo con la fascia!)

3. che i suoceri, nonni, genitori siano in disaccordo con il fatto di portare il bambino perché ‘poi lo vizi’ e ‘nel passeggino con me non ci sta!’ oppure ‘ se lo tieni sempre lì non imparerà mai a camminare’ (la mia prima figlia ha iniziato a camminare a 9 mesi!);

4. se porti con la fascia e non con un marsupio attirerai l’attenzione (di occhi felici, sorridenti e consenzienti, ma anche di sconosciuti che disapprovano e vorrebbero dirti la loro).

leggi di più 3 Commenti

PORTAMI SEMPRE CON TE...

Prima di diventare mamma bis ero mamma, prima di diventare mamma ero moglie, prima di diventare moglie ero medico… ora sono tutte e quattro insieme le cose e continuo a cercare informazioni e a documentarmi con studi scientifici basati sull’evidenza sia per il mio lavoro, che per il mio essere mamma.

 

Una delle cose che ha stimolato particolarmente il mio interesse è stato il babywearing, cioè il ‘portare’ i bambini addosso, che sia con una fascia, un marsupio o qualsiasi altra cosa vi venga in mente (ad esempio il pagne o l’mbotu africano, perché no?).

 

Così, in onore della Settimana Internazionale del babywearing 2017 - #EBW2017 - ecco qui qualche riflessione!

 

In gravidanza, senza tanto informarmi, mi sono presa una fascia elastica, aspettando con ansia che mia figlia nascesse per poterla tenere stretta al mio cuore e farle fare tante nanne tranquilla, oltre che magari fare qualche faccenda di casa… 

leggi di più 0 Commenti

DA MAMMA DI SERIE A, AD UNA DI SERIE B

Se devo scegliere uno degli aspetti più intimi e delicati del mio essere mamma non ho dubbi: è sicuramente il parto. Che nel mio caso sono stati due. Diversi, in tutto. Indimenticabili, per diverse ragioni. Che mi hanno segnato, in forme diverse.

 

Quante volte ho ascoltato mamme discutere su questo tema. Quanti pezzi ho letto in merito al parto naturale, di quanto sia doloroso, lungo, faticoso. Quanti articoli parlano del parto cesareo, facendolo sembrare quasi una scorciatoia e sì, diciamolo, un fallimento.

leggi di più 2 Commenti

FOTO COLLAGE PER INSTAGRAM ADDICTED

Chi non ama le foto? Sono la nostra vita, fissano i nostri ricordi, li fanno riaffiorare e ci permettono di tornare indietro nel tempo ogni volta che vogliamo.

 

E quante volte ci fermiamo a pensare che in fondo è un peccato che con la tecnologia di oggi stampiamo sempre di meno, perché tanto tutte le nostre foto sono alla portata di un click, sul telefono, sul computer o sul tablet.

 

Poi subentra la pigrizia. Siamo sempre così indaffarati, di corsa. Figuriamoci se abbiamo il tempo di selezionare le foto, stamparle o addirittura creare un album.

 

I social, da questo punto di vista, hanno contribuito da un verso ad accentuare questo comportamento, dall'altro ci stimolano sempre più a fare foto e a condividerle.

 

Io, personalmente, amo un sacco Instagram - mammadolomitica - perché è semplice, veloce e visivamente accattivante. Si trovano foto bellissime, che raccontano la vita delle persone, di come interpretano la vita, con quali occhi guardano il mondo.

leggi di più 2 Commenti

SHOPPING ONLINE PER I NOSTRI BAMBINI

Inverno ciao, ci rivediamo tra qualche mese! Il mio umore e un inquietante colorito ringraziano l'arrivo della primavera. La nuova stagione,però, assume un altro temutissimo significato. Sto parlando di una delle peggiori attività casalinghe: il cambio armadio. Per 4.

 

Di positivo c'è che quello dei bambini è - azzarderei dire - piuttosto rapido: crescono talmente in fretta che si salva ben poco da una stagione all'altra.

 

E questo significa fare shopping. E non per noi care mamme.

Però dai, di seguito vi propongo una serie di siti dove tra un body e l'altro, un acquisto anche per noi ci sta! L'elenco, rispetto a questo autunno, è stato aggiornato grazie a suggerimenti di voi mamme!

 

Nella maggior parte di questi portali, inoltre, iscrivendosi, si ottengono dei codici sconto per i primi acquisti!

leggi di più 2 Commenti

"I BAMBINI E IL CIBO", IL LIBRO DI PAOLA MEDDE

Bello, bello, bello.... Le prime parole che mi vengono in mente dopo aver letto tutto d'un fiato il libro “I bambini e il cibo. Strategie pratiche per portare a termine con successo l’educazione alimentare” di Paola Medde.

 

La mattina che Linda mi ha telefonato e mi ha detto:" Ciao Stefania, ho un libro per te sulla nutrizione, ti andrebbe di leggerlo e scrivere una recensione?", ho pensato :"Mannaggia un altro libro sulla nutrizione, e quando lo trovo il tempo di leggerlo?" Ma ho detto sì e ho fatto bene!!! Questo piccolo libricino di 138 pagine (bibliografia e ringraziamenti esclusi 😄) scritto da Paola Medde, psicologa e psicoterapeuta, che da anni si occupa di comportamento alimentare, non vuole essere un ennesimo libro teorico che elenca -come facciamo noi medici- consigli nutrizionali e informazioni per avere una dieta equilibrata e bilanciata (nozioni peraltro ampliamente e forse eccessivamente esposte  sulla rete e in particolare sui social), ma vuole essere un vero e proprio vademecum "pratico" per i genitori che sono in difficoltà con il comportamento alimentare dei propri figli.

leggi di più 1 Commenti

I MIEI 30 ANNI

Mi guardo allo specchio.

 

Ho delle rughe sulla fronte, e cerco di autoconvincermi che sono di espressione.

 

Ho dei capelli bianchi, troppi. Dicono che è genetica, è così? Grazie mamma allora.

 

Ho due occhiaie che mi accompagnano in ogni mia giornata e che non sono capace di coprire neppure con il correttore.

 

E poi ho una cicatrice, che ha la forma di un sorriso. Laggiù, sulla mia pancia. E sorrido anch'io.

 

Ho trent’anni, qualche traguardo e altrettante sconfitte, alcuni rimpianti e pochi rimorsi. Dei dolori con cui devo ancora imparare a convivere, un’infanzia felice e spensierata, angoli di mondo che porto nel cuore e sogni ad occhi aperti alla scoperta del vero viaggio.

leggi di più 1 Commenti

LA NANNA, L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA

Ciao! Sono Giorgia, mamma di due maschietti e scrivo queste righe pensando a tutte quelle mamme che, come me, hanno capito sulla propria pelle che il sonno del loro bambino non è qualcosa di automatico, ma anche a quelle mamme che questo non lo hanno dovuto capire, perché hanno avuto esperienze migliori!

Scrivo pensando a tutte quelle mamme che nel corso dei mesi hanno fatto i più svariati tentativi per fare dormire il proprio cucciolo, ottenendo gli stessi, pressoché nulli, risultati:

 

Lettino girato verso nord, lettino girato verso sud, lettino attaccato al lettone, lettino lontano dal lettone (lettino sottosopra!)...;

 

Bagnetto tutte le sere con massaggino rilassante anticoliche con olio alla lavanda, bagnetto due volte in settimana, bagnetto prima della pappa, bagnetto dopo la pappa…;

 

Tetta free, tetta solo prima della nanna, biberon, camomilla…;

 

Luci soffuse con stelline proiettate sul soffitto e dolce ninna nanna o luci accese e Rovazzi in console poco prima…

leggi di più 0 Commenti

LE MAMME E I SENSI DI COLPA

In quanto a sensi di colpa non ci batte nessuno. Ce li facciamo venire per qualsiasi cosa! E più cerchiamo di allontanarli dalla nostra mente, più ritornano belli forti e prepotenti!

 

Sei al lavoro e ti passa per la mente la famosa frase “Non importa la quantità, ma la qualità!”… si come no…

 

Sei a casa e bisogna decidere se giocare con loro o rendere le stanze un campo di battaglia con annesso percorso ad ostacoli.

 

Allora li piazzi davanti alla televisione… sei matta? Non sviluppano la creatività! (Però mamme, se volete leggere un solo capitolo del vostro libero senza grossi sensi di colpa perché non state svolgendo la centesima attività montessoriana, ho letto da qualche parte che leggere davanti ai nostri bambini stimola la loro imitazione e li appassiona ai libri. Vi ho convinte?)

 

Poi leggi articoli di psicologi di spessore che dicono che ai bambini fa bene annoiarsi… ottimo… ma questo include doversi sorbire la cantilena “Mamma, mammaaa, mammamaaaaa, mammmmmmaaaaaa che faccio?”

leggi di più 2 Commenti

LE MAMME, INCONSAPEVOLI COMBATTENTI

Siamo sicuramente in tantissime ad aver provato l’esperienza di vivere un ricovero in ospedale insieme al nostro bambino. Chi solo per un giorno, chi per settimane, chi per mesi, chi per un lungo periodo di vita. Non importa la durata e, FORSE, neppure la gravità della situazione, è sempre un’esperienza intensa e che ci mette a dura prova, mentalmente e fisicamente.

 

Il reparto pediatrico, per quanto colorato e pieno di disegni, porta tanta tristezza. Guardi fuori dalla finestra e vedi sempre lo stesso paesaggio, cambia il tempo, cambiano le persone che camminano per la strada, ma non cambia il tuo stato d’animo. Vorresti solo poter uscire con il tuo bambino.

 

leggi di più 2 Commenti

IL VOSTRO SORRISO, LA MIA FORZA

Reagire non è sempre facile e immediato. Non si sa da dove partire, come fare, e in certi momenti non vorresti proprio farlo, perché il dolore è ancora troppo vivo. Poi al mattino ti svegli e ti ritrovi loro nel lettone, che saltano e ridono come ogni giorno, perché non sanno, non capiscono, o forse ci fanno credere di non capire.

 

In questi giorni in tanti mi hanno detto di farmi forza per loro, perché hanno bisogno della loro mamma, perché la mamma deve essere nel pieno delle forze e serena. La verità, però, è che ho capito che sono loro la mia forza. Per la prima volta del mio essere mamma mi sono lasciata cullare dal loro amore, non sono stata io a cullare loro. Mi sono lasciata andare, con tutte le mie fragilità, per poi farmi raccogliere dalle loro risate sane e spontanee.

 

Tutto appare difficile da affrontare: andare all’asilo, fare la spesa, chiamare un’amica, la quotidianità d’un tratto è proprio quello da cui vorrei scappare. Ma poi una manina stringe forte la mia e mi tira, perché in qualsiasi posto andiamo, lo facciamo correndo e rincorrendoci. Ed ecco che per la prima volta mi permetti di arrivare prima e vincere, senza che tu, offesa, ti butti per terra, perché di solito non ci stai proprio a perdere. Possibile che tu, così piccola, abbia capito tutto?

leggi di più 0 Commenti