DIVENTARE MAMMA... MA LE TUE AMICHE NO!

Sì, prima o poi succede. Arriva il giorno in cui una delle tue amiche diventa mamma. E quel giorno arriva come un fulmine a ciel sereno. Ma arriva.

 

E quasi sempre stravolge le convinzioni di un’intera adolescenza… “La prima sarà Silvia”, “Ma vah… Marty!”, “Secondo me Manu o Lilly”, “Una cosa è certa… non Linda!”. E invece Linda batte tutti sul tempo e sconvolge. Mamma e Papà compresi. Che, per una questione di adattamento alla società attuale, non potevano nemmeno immaginare che sarei diventata mamma in così “tenera età”, ovvero prima rispetto a quella che avevano loro quando decisero di concepirmi!

 

Comunicare alle proprie amiche che diventerai mamma per prima ricorda vagamente il fenomeno che nel marketing è detto First Mover. Ovvero il vantaggio di affermarsi per primo in un mercato, offrendo una nuova categoria di prodotto o servizio. Ecco io ho fatto più o meno questo! Mi spiego meglio… Dopo una fase di ricerca e sviluppo, si arriva ad ultimare il prodotto. Questo, una volta pronto per essere lanciato nel mercato, deve affrontare la curva della resistenza al cambiamento per poi essere elaborato, accettato e comprato con entusiasmo.

 

Ed ecco che dopo i primi 3 mesi di silenzio stampa per scaramanzia, la pancetta inizia ad essere evidente. E arriva il momento di comunicarlo ai tuoi cari. Consiglio fortemente di fare un video per immortalare il momento in cui si comunica alle proprie amiche e genitori di essere incinta: dopo l’iniziale momento di incredulità per l’assurdità della notizia, c’è la negazione. Quando però scoprono che non stai scherzando, lentamente i visi si distendono e il panico cede il posto alla sorpresa e poi alla realizzazione e poi all’accettazione e poi alla felicità. E si salta, e si ride, e si piange (di gioia).

 

E tu, che sei la prima, scopri che godrai di vantaggi esclusivi!

Improvvisamente le tue amiche diventano una squadra di organizzazione di eventi: aperitivo di festeggiamento per la lieta notizia, baby shower da fare invidia agli americani che lo hanno inventato, festa di consegna dei regali per il cucciolo che arriverà e che è già super viziatissimo ancora prima di nascere, festa di addio allo status NoMamma e avanti con la creatività...

 

E tu? Sei super coccolata, la tua pancia è praticamente un trofeo e ogni settimana di gestazione è un episodio di Grey’s Anatomy da raccontare nei minimi dettagli!

 

Poi c’è l’amica che ti porta i pasticcini perché devi mangiare per due, l’amica superstiziosa che non ti tocca la pancia perché “Non sia mai che poi tocchi a me!”, l’amica invasata di anatomia che vuole vedere su un righello quando è grande il fagiolino. Uno spasso insomma!

 

E poi il nanetto nasce. E tutto quello che durante le 40 settimane era solo un concetto immaginario, si concretizza improvvisamente nel giro di poche ore. E le vedi lì le tue amiche, con il naso appiccicato al vetro del nido dell’ospedale, che ancora incredule contano se quel piccolo fagottino ha dieci dita e si domandano se il fatto di mettergli il berretto sia puramente un aspetto fashion.

 

E poi ti guardano. E ti sostengono mentre ancora dolorante per i punti ti trascini lungo il corridoio, perché anche se ora sei mamma questo non vuol dire che non ti devi più occupare di pubbliche relazioni. “E che pigiama orrendo hai? Non è che ora inizi a trascurarti vero?”.

 

E tu sorridi, perché le tue vere amiche hanno capito la tua paura. Sanno che sei terrorizzata da tutto quello che ti aspetta e che hai paura di restare da sola. Ma basta un abbraccio per rassicurarti. Oltre ad una marea di sms i primi giorni post ospedale, dove non ti chiedono se va tutto bene, ma sei hai bisogno di cioccolata o di una babysitter per farti una ceretta!

 

Perché le tue amiche-non-mamme fanno finta di non capire, ma in realtà ti saranno più vicine di prima!

 

Che poi in realtà non cambia nulla… no… no no…

Parliamo di shopping? Scarpe, borse, abiti… anchio … in farmacia!

E andare a ballare? Tutta la notte fino all’alba … anch’io… cullando!

E una bella corsetta per restare in forma? Beh anch'io... per rincorrere la teppista Lavinia prima che si schianti con la bici!

 

Quindi coraggio e godetevi il First Mover Mamme!



Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Giorgia (mercoledì, 27 aprile 2016 14:30)

    Nella mia esperienza di bis mamma, invece, ho avuto la conferma che le vere amicizie si contano sulle dita di una mano, forse di due mani! In compenso se tante persone si sono perse lungo la strada, le mie due gravidanze mi hanno permesso di rafforzare legami già importanti ma anche di allacciare tante nuove amicizie, soprattutto con mamme, che vivendo situazioni, gioie e paure analoghe, avevano voglia di condividerle!

  • #2

    Linda - mammadolomitica (mercoledì, 27 aprile 2016 14:38)

    Verissimo! Condivido! In realtà la mia situazione di partenza era già parecchio selezionata ahahah! Nel senso avevo già scremato per bene le mie amiche "vere". E per fortuna il test della gravidanza ha confermato questi legami! E confermo anche la possibilità meravigliosa di conoscere nuove persone mamme come noi, che in alcuni casi riescono a comprenderti molto meglio e più profondamente, perché accomunate da questa magica esperienza di vita!!!