SVEZZAMENTO ED ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE: FACCIAMO CHIAREZZA! (PARTE 2)

Dopo aver condiviso nel primo pezzo che la prima primissima regola è Relax Stiamo Tutte Serene, vediamo oggi quando è il momento migliore per iniziare lo svezzamento e con quali alimenti!

 

Quando si può cominciare ad introdurre alimenti differenti dal latte?

Si inizia quando il bimbo è pronto (e anche la mamma), ovvero quando:

  • mostra interesse per il cibo presente a tavola o che avete in mano;
  • sa stare seduto da solo (o per lo meno semi-seduto… avete mai provato a mangiare da coricati?);
  • è in grado di manipolare le cose con il pugnetto, nel caso in cui decidiate di partire subito con pezzetti di cibo;
  • ha perso il riflesso di estrusione per cui, se gli mettete in bocca un cucchiaio o qualsiasi cosa, lo sputa fuori con la lingua.
leggi di più 0 Commenti

SVEZZAMENTO ED ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE: FACCIAMO CHIAREZZA! (Parte 1)

Il titolo di questo mio post è volutamente provocatorio… Perché nella realtà delle cose, svezzamento ed alimentazione complementare sono esattamente la stessa cosa!

 

Nel resto del mondo non esiste la nostra parola ’svezzamento’, viene usata solamente qui in Italia e oramai sui social, sui siti di blogger, persino sulle tanto odiate chat dei genitori, nominare la parola ‘svezzamento’  non sta per nulla bene… molto meglio parlare di autosvezzamento, termine che però è odiato da altrettanti genitori, perché si sentono incapaci se non stanno alle ferree regole dettate dalla rete e dai siti che lo propongono. Attenzione a non dire alle altre mamme che state facendo le pappette a vostro figlio, oltre a fare la figura della donna delle caverne, fuori dal mondo, verrete additate come troglodite che stanno mettendo a repentaglio la vita del proprio figlio.

 

Normale solidarietà femminile… ;-)

leggi di più 1 Commenti

ANDARE AL MARE SOLA CON BAMBINI SI PUò. FORSE. ANCHE NO

Evviva finalmente si parte. Destinazione mare. Io, voi e il sole.

 

Una quattrenne. Eccitata, ma placabile.

Un duenne. È chiaramente lui la vera minaccia di tutto questo progetto.

Un appartamento.

Un mac. Chi si ferma è perduto, il marketing non perdona. E nemmeno i miei soci uomini 😜

Un passeggino da combattimento. Quello serio e fico in macchina è matematico che non ci entra.

Un marsupio. Perché la quattrenne, per quanto montagnina sia, dopo un po’ dichiara fermamente di non voler più camminare.

Pranzi e cene congelati su gentile omaggio della nonna (santa sempre subito).

Giochi. Strategici e possibilmente unisex.

 

Piano da combattimento: sveglia - mare - pranzo - sonnellino - piscina - doccia - giretto in centro - giostrine - cena - nanna - lavoro.

 

Fantastico. È tutto molto bello e fattibile, davvero.

 

Bene. Ora che sono tornata a casa e ho realizzato di essermi notevolmente sovrastimata quale super mamma eroina dai mille poteri, una di quelle mamme stimatissime ed applaudite dal pubblico, ecco la mia verità: esaurimento e stanchezza. Sono queste le parole chiave che riassumono 14 giorni al mare con due marmocchi scatenati.

leggi di più 0 Commenti

FACCIAMOLI BACIARE DAL SOLE!

L’estate è arrivata e le giornate soleggiate diventano sempre più calde, così ci si può scoprire e lasciare respirare tutto il corpo. Il sole è un potente alleato per il benessere psico-fisico, ancora di più quando finalmente possiamo scoprirci e liberare braccia, collo, gambe dagli strati di tessuti che li coprono 9 mesi l’anno (almeno qui in Val di Fiemme!).

Oltre a migliorare l’umore e a scaldarci, il sole ha un’importantissima funzione: la sintesi di vitamina D!

 

Quali sono i benefici della Vitamina D

Si tratta di una vitamina molto importante, poiché aumenta le difese immunitarie specifiche (‘attiva’ infatti i linfociti T), è insieme ad altri ormoni, responsabile dell’assorbimento del calcio a livello intestinale, riduce l’infiammazione e il rischio di malattie sia autoimmuni che degenerative cerebrali e riduce il rischio cardiovascolare, oltre a liberare serotonina (ormone della felicità ndr). La sua carenza, può provocare nei bambini rachitismo e osteomalacia, nell’adulto riduzione del tono calcico dell’osso fino alla osteoporosi conclamata. Può inoltre aumentare il rischio di malattie degenerative negli anziani (Demenza di Alzheimer) e aumentare il rischio di sclerosi multipla.

leggi di più 0 Commenti

TALCO NON TALCO

Che amo il mare ormai lo avete capito... però un aspetto fantastico della mia valle Trentina è senza ombra di dubbio l'assenza di zanzare! Qui al mare, invece, occorre trovarsi pronte ed attrezzate per affrontare le punture ed il sudore tra i rotolini di ciccia dei nostri piccoli omini Michelin!

 

E' già da qualche anno che uso "Talco non talco" di Fiocchi di riso, un'emulsione fluida che si stende come una crema, ma che lascia immediatamente la pelle asciutta.

 

Non contiene talco, né paraffina, né parabeni e la sua formula a base di sostanze naturali (olio e amido di riso, calendula e olio di oliva) agisce sulla termo-regolazione cutanea, regolando sudore e odori... perfetta quindi per tenere lontane le zanzare (pur non essendo un repellente chimico!).

 

Vediamo insieme come utilizzarlo:

leggi di più 1 Commenti

IL SEGGIOLINO PORTATILE MINICHAIR

Quante volte andiamo in un ristorante e non hanno seggioloni per bambini? E magari non c’è neppure spazio per il passeggino. Per non parlare poi del momento vacanza e di tutti gli accessori “indispensabili” per i nostri bambini.

 

Così un giorno, navigando su internet, ho trovato un articolo a prova di vitainperennemovimento. Si tratta di Minichair di Minimonkey, una sorta di fascia in 100% cotone, morbida e flessibile per tenere seduto il bambino sulla sedia, di qualsiasi tipo essa sia.

 

Il sistema di fissaggio è semplicissimo ed è talmente poco voluminosa che, una volta chiusa, ha la dimensione di una mano, quindi è comodissima da tenere sempre nella borsa fasciatoio, senza doversi più preoccupare del momento del pasto.

 

La Minichair si può usare da quando il bambino riesce a stare seduto autonomamente ed il peso del bambino massimo consentito è di 20 kg. Chiaramente, non essendoci cinture come nei seggiolini, bisogna restare sempre vicino al bambino, per evitare che si sbilanci.

 

Ma per il resto, care mamme, è consigliatissimo!!! Io lo porto sempre con me!

leggi di più 1 Commenti

MAMME NEL MEZZO

In Italia è esplosa violentemente la bomba vaccinazioni. E le due fazioni pro e contro vaccino hanno iniziato a dichiarare con forza il proprio pensiero.

 

C’è chi dichiara che sono la salvezza dell’umanità e chi sostiene che sono solo uno strumento farmaceutico per farci ammalare.

C’è chi afferma con fermezza che ci proteggono dalle malattie, e chi si rifiuta di farli perché le malattie ce le fanno venire.

 

E poi ci siano noi, le mamme che stanno nel mezzo.

leggi di più 0 Commenti

VACCINI, OK AL DECRETO LEGGE

Da ieri le vaccinazioni sono tornate ad essere obbligatorie per i bambini da 0 a 6 anni: in assenza di vaccini i bambini non potranno accedere alle scuole materne ed agli asili nido.

 

Le dichiarazioni del Ministro Lorenzin

 "Superare le difformità a livello regionale e dare un' unica linea di indirizzo. Questo l'obiettivo del decreto approvato oggi, con cui abbiamo allargato a 12 le vaccinazioni obbligatorie per l'iscrizione a scuola. Vogliamo aumentare la copertura vaccinale in tutto l'arco della vita del ragazzo.

L'obbligo delle vaccinazioni per l'iscrizione a scuola scatterà dal prossimo settembre per la fascia di età 0-6 anni, ma questa strada dell'obbligo riguarda l'intero arco da 0 a 16 anni anche se con modalità diverse. Da 0 a 6 anni se non si rispetta l'obbligo di vaccinazione il bambino non potrà entrare a scuola.

Nel percorso scolastico si interviene per verificare che la copertura sia avvenuta e laddove non lo sia stato per mettere in campo una serie di misure che siano piuttosto stringenti nei confronti della famiglia e mettano in sicurezza la comunità scolastica. Queste azioni ci permettono di alzare rapidamente il livello di copertura in tutta la comunità e mettere in sicurezza tutta la popolazione.

La scuola avrà l'obbligo di riferire alla Asl la mancata vaccinazione, l'Asl avrà l'obbligo di chiamare la famiglia e dare dei giorni per vaccinare. Se ciò non avviene c'è una sanzione molto elevata. E il controllo avviene ogni anno, non una tantum". 

leggi di più 1 Commenti

PORTAMI SEMPRE CON TE... SECONDA PARTE!

Eccoci, come promesso, dopo aver condiviso qui le ‘regole’ per un vero portare ergonomico con il marsupio veniamo alla croce e delizia del portare: la fascia!

 

Partendo dal presupposto che può capitare: 

1. che vostro figlio non ami stare in fascia! 

2. che gente che incontrate per strada non si faccia gli affari suoi e metta parola dove non dovrebbe (ma questo non succede solo con la fascia!)

3. che i suoceri, nonni, genitori siano in disaccordo con il fatto di portare il bambino perché ‘poi lo vizi’ e ‘nel passeggino con me non ci sta!’ oppure ‘ se lo tieni sempre lì non imparerà mai a camminare’ (la mia prima figlia ha iniziato a camminare a 9 mesi!);

4. se porti con la fascia e non con un marsupio attirerai l’attenzione (di occhi felici, sorridenti e consenzienti, ma anche di sconosciuti che disapprovano e vorrebbero dirti la loro).

leggi di più 3 Commenti

PORTAMI SEMPRE CON TE...

Prima di diventare mamma bis ero mamma, prima di diventare mamma ero moglie, prima di diventare moglie ero medico… ora sono tutte e quattro insieme le cose e continuo a cercare informazioni e a documentarmi con studi scientifici basati sull’evidenza sia per il mio lavoro, che per il mio essere mamma.

 

Una delle cose che ha stimolato particolarmente il mio interesse è stato il babywearing, cioè il ‘portare’ i bambini addosso, che sia con una fascia, un marsupio o qualsiasi altra cosa vi venga in mente (ad esempio il pagne o l’mbotu africano, perché no?).

 

Così, in onore della Settimana Internazionale del babywearing 2017 - #EBW2017 - ecco qui qualche riflessione!

 

In gravidanza, senza tanto informarmi, mi sono presa una fascia elastica, aspettando con ansia che mia figlia nascesse per poterla tenere stretta al mio cuore e farle fare tante nanne tranquilla, oltre che magari fare qualche faccenda di casa… 

leggi di più 0 Commenti

DA MAMMA DI SERIE A, AD UNA DI SERIE B

Se devo scegliere uno degli aspetti più intimi e delicati del mio essere mamma non ho dubbi: è sicuramente il parto. Che nel mio caso sono stati due. Diversi, in tutto. Indimenticabili, per diverse ragioni. Che mi hanno segnato, in forme diverse.

 

Quante volte ho ascoltato mamme discutere su questo tema. Quanti pezzi ho letto in merito al parto naturale, di quanto sia doloroso, lungo, faticoso. Quanti articoli parlano del parto cesareo, facendolo sembrare quasi una scorciatoia e sì, diciamolo, un fallimento.

leggi di più 0 Commenti

FOTO COLLAGE PER INSTAGRAM ADDICTED

Chi non ama le foto? Sono la nostra vita, fissano i nostri ricordi, li fanno riaffiorare e ci permettono di tornare indietro nel tempo ogni volta che vogliamo.

 

E quante volte ci fermiamo a pensare che in fondo è un peccato che con la tecnologia di oggi stampiamo sempre di meno, perché tanto tutte le nostre foto sono alla portata di un click, sul telefono, sul computer o sul tablet.

 

Poi subentra la pigrizia. Siamo sempre così indaffarati, di corsa. Figuriamoci se abbiamo il tempo di selezionare le foto, stamparle o addirittura creare un album.

 

I social, da questo punto di vista, hanno contribuito da un verso ad accentuare questo comportamento, dall'altro ci stimolano sempre più a fare foto e a condividerle.

 

Io, personalmente, amo un sacco Instagram - mammadolomitica - perché è semplice, veloce e visivamente accattivante. Si trovano foto bellissime, che raccontano la vita delle persone, di come interpretano la vita, con quali occhi guardano il mondo.

leggi di più 2 Commenti

CONIGLIETTO PON PON

Non so da voi, ma qui in Trentino si prospetta una Pasqua fredda e piovosa, quindi è meglio avere qualche idea per divertirci con i nostri marmocchi!

 

Questa volta vi propongo un coniglietto con il corpicino fatto con un pon pon... sì ok lo ammetto, i pon pon mi piacciono tantissimo!

 

Servono:

- un po' di lana colorata;

- cartoncino altrettanto colorato;

- forbici e pennarello e colla.

 

1. Disegno e ritaglio due dischetti di diametro di 10 cm circa, con un buco nel centro.

2. Ora disegno e ritaglio il musetto del coniglietto.

3. Con i due dischetti e la lana creo un pon pon come abbiamo fatto per realizzare pon pon ice cream.

4. Chiudo bene il pon pon e ritaglio i bordi di cartoncino che fuoriescono.

 

leggi di più 1 Commenti

in viaggio con bambini piccoli

Alzi la mano chi non si è mai sentito dire: "Goditela fino a che sei in tempo, dopo con i figli sarà impossibile viaggiare!". Che ansia!!! Certo non si può più partire con un bagaglio a mano verso una destinazione sconosciuta, ma vi assicuro che bambini piccoli + viaggiare non è = a fenomeno insormontabile.

 

Diciamo che la parola chiave è ORGANIZZAZIONE! Ricordo ancora il primo weekend che abbiamo fatto quando Lavinia aveva 3 mesi. La macchina era talmente piena che sembrava stessimo ultimando un trasloco per un luogo sconosciuto e privo di civiltà... Davide aveva provato a farmi notare che "forse" avevo un tantino esagerato con le valigie, ma vuoi mettere la vitale importanza di portare lo sterilizzatore? e almeno 5 ciucci di riserva? e una dozzina di cambi? Si sa che i neonati si sporcano spesso...

 

ok, NO PANIC! Ora ci rido su, ma la prima vacanza con il primo figlio è uno step in cui tutte le neo mamme ci devono passare... provare per credere!

leggi di più 1 Commenti

SHOPPING ONLINE PER I NOSTRI BAMBINI

Inverno ciao, ci rivediamo tra qualche mese! Il mio umore e un inquietante colorito ringraziano l'arrivo della primavera. La nuova stagione,però, assume un altro temutissimo significato. Sto parlando di una delle peggiori attività casalinghe: il cambio armadio. Per 4.

 

Di positivo c'è che quello dei bambini è - azzarderei dire - piuttosto rapido: crescono talmente in fretta che si salva ben poco da una stagione all'altra.

 

E questo significa fare shopping. E non per noi care mamme.

Però dai, di seguito vi propongo una serie di siti dove tra un body e l'altro, un acquisto anche per noi ci sta! L'elenco, rispetto a questo autunno, è stato aggiornato grazie a suggerimenti di voi mamme!

 

Nella maggior parte di questi portali, inoltre, iscrivendosi, si ottengono dei codici sconto per i primi acquisti!

leggi di più 2 Commenti

"I BAMBINI E IL CIBO", IL LIBRO DI PAOLA MEDDE

Bello, bello, bello.... Le prime parole che mi vengono in mente dopo aver letto tutto d'un fiato il libro “I bambini e il cibo. Strategie pratiche per portare a termine con successo l’educazione alimentare” di Paola Medde.

 

La mattina che Linda mi ha telefonato e mi ha detto:" Ciao Stefania, ho un libro per te sulla nutrizione, ti andrebbe di leggerlo e scrivere una recensione?", ho pensato :"Mannaggia un altro libro sulla nutrizione, e quando lo trovo il tempo di leggerlo?" Ma ho detto sì e ho fatto bene!!! Questo piccolo libricino di 138 pagine (bibliografia e ringraziamenti esclusi 😄) scritto da Paola Medde, psicologa e psicoterapeuta, che da anni si occupa di comportamento alimentare, non vuole essere un ennesimo libro teorico che elenca -come facciamo noi medici- consigli nutrizionali e informazioni per avere una dieta equilibrata e bilanciata (nozioni peraltro ampliamente e forse eccessivamente esposte  sulla rete e in particolare sui social), ma vuole essere un vero e proprio vademecum "pratico" per i genitori che sono in difficoltà con il comportamento alimentare dei propri figli.

leggi di più 1 Commenti

I MIEI 30 ANNI

Mi guardo allo specchio.

 

Ho delle rughe sulla fronte, e cerco di autoconvincermi che sono di espressione.

 

Ho dei capelli bianchi, troppi. Dicono che è genetica, è così? Grazie mamma allora.

 

Ho due occhiaie che mi accompagnano in ogni mia giornata e che non sono capace di coprire neppure con il correttore.

 

E poi ho una cicatrice, che ha la forma di un sorriso. Laggiù, sulla mia pancia. E sorrido anch'io.

 

Ho trent’anni, qualche traguardo e altrettante sconfitte, alcuni rimpianti e pochi rimorsi. Dei dolori con cui devo ancora imparare a convivere, un’infanzia felice e spensierata, angoli di mondo che porto nel cuore e sogni ad occhi aperti alla scoperta del vero viaggio.

leggi di più 0 Commenti

LA MAGIA DEL MIO NOME. MOLTO PIU' DI UN LIBRO

È arrivato! … La magia del mio nome

 

Quando ho scoperto questo libro, non ho resistito e ho arricchito ulteriormente la nostra piccola collezione bibliografica. E come ogni volta, non so dirvi se sono più curiosa io di leggerlo o Lavinia di ascoltarlo!

 

Immaginavo già la faccia di Lavinia mentre apriva il pacco e trovava un libro... Lei li adora, ma questo sono sicura che lo amerà particolarmente… sì, perché parla di lei!

 

La magia del mio Nome. Si chiama proprio così. È un libro che trasporta i bambini e noi adulti in un viaggio magico, ricco di personaggi colorati e affettuosi che ci accompagnano in un’avventura personalizzata sulle lettere del nome di ogni bimbo.

 

“Mamma, che cosa significa il mio nome?”, inizia così questo racconto che vuole trasmettere il messaggio dell’unicità: dobbiamo essere sempre orgogliosi del nostro nome, perché ci rappresenta e ci accompagnerà per tutta la vita.

leggi di più 2 Commenti

PICCOLI CHEF CRESCONO, CON NATALIA CATTELANI

Piccoli Chef ne abbiamo?

Vivaci e giocosi laboratori di cucina a cura di  Natalia Cattelani della "Prova del cuoco" di Rai 1, ci attendono in Val di Fiemme, Trentino.

 

Natalia Cattelani ha conquistato la simpatia del pubblico alla trasmissione “La Prova del Cuoco”. Ora metterà “piccole mani in pasta” con tre laboratori a Cavalese, Predazzo e Tesero.

 

Al laboratorio di Tesero sarà presente anche Guglielmo Romani, il finalista che ha conquistato il secondo posto al reality di Sky Uno “Hell's Kitchen Italia 2016”, il famoso programma televisivo condotto dallo Chef Stellato Carlo Cracco. 

 

leggi di più 0 Commenti

PON PON DI CARNEVALE

Dato che il Carnevale si avvicina, oggi vi propongo un colorato lavoretto che può essere utilizzato sia come decoro per le camerette, che come accessorio per la vostra mascherina!

 

Per una misura medio-grande abbiamo bisogno di:

  • 4 fogli misura A4 di carta velina del colore che preferite (anche tutti diversi);
  • forbici;
  • un nastrino.

Sovrapponiamo i quattro fogli colorati di carta velina, pieghiamoli a fisarmonica nel lato più corto (prima piego sul davanti e poi rigiro sul retro) - foto 1 e 2.

 

Ora tengo bene chiuso il rettangolino che si è creato e taglio una piccola mezza luna sia da una parte che dall'altra del centro. Taglio anche le due punte rendendole tondeggianti - foto 3.

leggi di più 0 Commenti

INIZIARE A SCIARE. QUANDO E' IL MOMENTO MIGLIORE?

Ciao a tutti, sono Daniela e oggi scrivo in qualità di maestra di sci e mamma.

 

Per cercare di darvi due semplici consigli su come e quando insegnare lo sci alpino ai bambini, desidero mettere proprio in questo ordine le mie due realtà. Essere diventata prima maestra di sci e poi mamma mi ha regalato l’opportunità di capire tantissime cose. All’età di 18 anni mi sono promessa che, se avessi mai avuto dei figli, non avrei mai assunto certi atteggiamenti che vivevo quotidianamente al lavoro.

 

Sì, perché prima di parlare di qualsiasi sport e di come è meglio approcciarsi, bisogna innanzitutto istruire noi genitori. Ecco, cari mamme e papà, molto dipende da voi.

 

Non esiste un età precisa per provare a sciare per la prima volta: a 5 anni quasi tutti sono pronti a livello motorio, ma si può iniziare anche prima, a 3 o 4 anni! Quello che fa davvero la differenza è l’approccio mentale!

 

leggi di più 0 Commenti

LA NANNA, L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA

Ciao! Sono Giorgia, mamma di due maschietti e scrivo queste righe pensando a tutte quelle mamme che, come me, hanno capito sulla propria pelle che il sonno del loro bambino non è qualcosa di automatico, ma anche a quelle mamme che questo non lo hanno dovuto capire, perché hanno avuto esperienze migliori!

Scrivo pensando a tutte quelle mamme che nel corso dei mesi hanno fatto i più svariati tentativi per fare dormire il proprio cucciolo, ottenendo gli stessi, pressoché nulli, risultati:

 

Lettino girato verso nord, lettino girato verso sud, lettino attaccato al lettone, lettino lontano dal lettone (lettino sottosopra!)...;

 

Bagnetto tutte le sere con massaggino rilassante anticoliche con olio alla lavanda, bagnetto due volte in settimana, bagnetto prima della pappa, bagnetto dopo la pappa…;

 

Tetta free, tetta solo prima della nanna, biberon, camomilla…;

 

Luci soffuse con stelline proiettate sul soffitto e dolce ninna nanna o luci accese e Rovazzi in console poco prima…

leggi di più 0 Commenti

TRUCCHI E CONSIGLI PER UNA NANNA SERENA

Ciao mamme!

Ho appena messo a letto i miei bimbi, nella propria stanza, al buio e facendoli addormentare da soli, come ogni notte. Non mi odiate dai! So di essere moooooltooo fortunata ad avere due bambini su due che dormono tutta la notte, da sempre e senza problemi nel farli addormentare.

 

Così, dopo diverse domande di amiche, mamme e nonne che mi chiedono come faccio, ho deciso di condividere con voi due dritte che secondo me mi hanno sempre aiutato a trasmettere loro la serenità del sonno. Chissà magari funzionano davvero, o magari la mia è semplicemente una botta di culo clamorosa!

 

ROUTINE. Senza ombra di dubbio, uno degli aspetti più importanti per me è la routine! Quando è nata Lavinia avevo solo 26 anni e di conseguenza ero convinta che dovevo essere a tutti i costi una mamma giovane e sprint e portare in giro la mia bimba senza orari e senza troppe preoccupazioni. Poi invece ho capito che forse non era quello di cui lei aveva bisogno! Così abbiamo iniziato ad avere dei ritmi più lenti ed abitudinari e Lavinia li ha apprezzati, ne sono certa!    

leggi di più 2 Commenti

10+1 ATTIVITÀ PER BAMBINI DAI 12 AI 24 MESI

Ciao mamme, oggi scrivo dall'ospedale. Lorenzo si è appena addormentato a fatica per via di tutto il nasino chiuso ed io sono esausta/esaurita, non so quale dei due aggettivi renda di più l'idea.

 

Premesso che mi sa che sta volta me la sono gufata da sola con il penultimo pezzo, sta di fatto che siamo nuovamente rinchiusi in una stanza. Infatti cerco di stare il meno possibile per i corridoi, vista la fortuna che gira ultimamente, vorrei evitare altre magagne, idem per quanto riguarda la stanza dei giochi del reparto pediatrico: microbi e virus in piena libertà.

 

Ora che il teppista scatenato è finalmente crollato, pensavo a cosa potrei fargli fare per intrattenerlo un po' è così ho fatto una delle mie solite ricerche su Pinterest, che adoro. Chiaramente non posso farle qui perché non ho il materiale, ma ho trovato delle idee davvero carine!

 

leggi di più 1 Commenti

LE MAMME E I SENSI DI COLPA

In quanto a sensi di colpa non ci batte nessuno. Ce li facciamo venire per qualsiasi cosa! E più cerchiamo di allontanarli dalla nostra mente, più ritornano belli forti e prepotenti!

 

Sei al lavoro e ti passa per la mente la famosa frase “Non importa la quantità, ma la qualità!”… si come no…

 

Sei a casa e bisogna decidere se giocare con loro o rendere le stanze un campo di battaglia con annesso percorso ad ostacoli.

 

Allora li piazzi davanti alla televisione… sei matta? Non sviluppano la creatività! (Però mamme, se volete leggere un solo capitolo del vostro libero senza grossi sensi di colpa perché non state svolgendo la centesima attività montessoriana, ho letto da qualche parte che leggere davanti ai nostri bambini stimola la loro imitazione e li appassiona ai libri. Vi ho convinte?)

 

Poi leggi articoli di psicologi di spessore che dicono che ai bambini fa bene annoiarsi… ottimo… ma questo include doversi sorbire la cantilena “Mamma, mammaaa, mammamaaaaa, mammmmmmaaaaaa che faccio?”

leggi di più 2 Commenti

IL BELLO DI ESSERE MAMMA E PAPA'... E UN LABORATORIO!

OGGI PARLIAMO CON... MARTINA X 2, PSICOLOGHE!

leggi di più 0 Commenti

LE MAMME, INCONSAPEVOLI COMBATTENTI

Siamo sicuramente in tantissime ad aver provato l’esperienza di vivere un ricovero in ospedale insieme al nostro bambino. Chi solo per un giorno, chi per settimane, chi per mesi, chi per un lungo periodo di vita. Non importa la durata e, FORSE, neppure la gravità della situazione, è sempre un’esperienza intensa e che ci mette a dura prova, mentalmente e fisicamente.

 

Il reparto pediatrico, per quanto colorato e pieno di disegni, porta tanta tristezza. Guardi fuori dalla finestra e vedi sempre lo stesso paesaggio, cambia il tempo, cambiano le persone che camminano per la strada, ma non cambia il tuo stato d’animo. Vorresti solo poter uscire con il tuo bambino.

 

leggi di più 0 Commenti

FUGA ALLO SCHWARZENSTEIN ALPIN & SPA RESORT

Lavinia e Lorenzo… la mamma vi ama un sacco… la mamma non si separerebbe mai da voi… ma la mamma ogni tanto deve ricaricare le batterie, con il papà! Dai, mettiamola così, diciamo che sono andata a scoprire uno stupendo hotel in Val Aurina! Giurin Giurello porterò anche voi la prossima volta!

 

Schwarzenstein Alpin & Spa resort, lo conoscete già? La coppia si rigenera e i bambini sono davvero i benvenuti! Qui la tradizione si mescola all’elegante modernità di una struttura calda e accogliente. E mentre mamma e papà si lasciano coccolare dai 5.000 mq di wellness e beauty, i piccoli teppisti possono scatenarsi nella piscina indoor & outdoor riscaldata a 31° e dove possono urlare e tuffarsi in tutta tranquillità!

 

Stufi della piscina? Niente paura: per i più piccoletti c’è il mini club “La foresta delle streghe” dove, tra attività organizzate 7 giorni su 7, una stanza intera di palline e una parete di arrampicata, i piccoli ospiti possono sfogare tutte le loro energie. Per i più grandi, invece, è prevista una grande stanza con videogiochi, biliardo, calcetto balilla e tanto altro ancora.

leggi di più 0 Commenti

BIGLIETTI DI NATALE PER TUTTI!

Ci siamo! Manca davvero poco a Natale... e ai biglietti di auguri ci avete già pensato???

 

Io confesso che sono davvero in ritardo con qualsiasi preparativo ... Ma visto che ho entrambi i bambini a casa ammalati potrei ottimizzare le giornate per fare dei carinissimi bigliettini fai da te... forse, ok dai ci proverò, diciamo che l'intenzione c'è, bisogna vedere il livello di pazienza di Lavinia. E il mio.

 

Quindi ho fatto un po' di ricerca su Pinterest ed ecco qua 20 bellissimi bigliettini di Natale. Mi sembrano semplici e fattibili anche per le meno creative, ma davvero di effetto!

 

Questi qui a sinistra, poi, sono davvero da Mamma Dolomitica! Non trovate?

 

Buon lavoro a tutti!

 

leggi di più 0 Commenti

TORTA AL PROFUMO DI ARANCIA

Oggi facciamo attenzione a tutte le diete che in questi anni ci stanno circondando. Chi per scelta, chi per problemi di salute, sempre più si deve far fronte ad intolleranze e spesso noi mamme non sappiamo più dove sbattere la testa per avere qualche ricetta adatta!

 

Quella che vi propongo oggi contiene arance, un frutto ricco di vitamina C, ideale per questo clima ballerino invernale! Inoltre è una ricetta adatta anche a chi segue una dieta vegana, a chi è intollerante al lattosio, a chi non può mangiare uova, a chi è a dieta e ai celiaci! Ma sempre con una coccola, grazie alle gocce di cioccolato fondente (per chi segue una dieta vegana, ci si può rifornire nei negozi biologici dove si trova il cioccolato fondente certificato vegan).

 

E vi assicuro che è buonissima e perfetta per una merenda a lume di... albero di Natale! Magari mentre fuori nevica (dai neve ti stiamo aspettando!).

 

leggi di più 0 Commenti

SEGNAPOSTI NATALIZI PER PICCOLI CREATIVI

Ultimo lavoretto del 2016: decoriamo la tavola di Natale con dei simpatici segnaposti!

 

Servono solo dei cartoncini colorati, forbici, pennarelli, colla e alcuni washi tape natalizi.

 

Tagliamo il cartoncino della misura desiderata, lo arrotoliamo e incolliamo. Per fare il corpo prepariamo le orecchie, la pancia, la coda e incollo tutto. 

Poi disegniamo occhi e nasino. Con il washi tace, infine, faccio la sciarpa. 

 

Io ho voluto realizzare la renna e la volpe ma si possono fare moltissimi altri animaletti!

 

Ora devo solo pensare a chi destinare il segnaposto...

 

Buone Feste!

Beatrice

leggi di più 0 Commenti

IL VOSTRO SORRISO, LA MIA FORZA

Reagire non è sempre facile e immediato. Non si sa da dove partire, come fare, e in certi momenti non vorresti proprio farlo, perché il dolore è ancora troppo vivo. Poi al mattino ti svegli e ti ritrovi loro nel lettone, che saltano e ridono come ogni giorno, perché non sanno, non capiscono, o forse ci fanno credere di non capire.

 

In questi giorni in tanti mi hanno detto di farmi forza per loro, perché hanno bisogno della loro mamma, perché la mamma deve essere nel pieno delle forze e serena. La verità, però, è che ho capito che sono loro la mia forza. Per la prima volta del mio essere mamma mi sono lasciata cullare dal loro amore, non sono stata io a cullare loro. Mi sono lasciata andare, con tutte le mie fragilità, per poi farmi raccogliere dalle loro risate sane e spontanee.

 

Tutto appare difficile da affrontare: andare all’asilo, fare la spesa, chiamare un’amica, la quotidianità d’un tratto è proprio quello da cui vorrei scappare. Ma poi una manina stringe forte la mia e mi tira, perché in qualsiasi posto andiamo, lo facciamo correndo e rincorrendoci. Ed ecco che per la prima volta mi permetti di arrivare prima e vincere, senza che tu, offesa, ti butti per terra, perché di solito non ci stai proprio a perdere. Possibile che tu, così piccola, abbia capito tutto?

leggi di più 0 Commenti

CIAO ALE, CIAO GIULIA

Ad una settimana dall’accaduto credo sia giusto dire qualcosa. E lo faccio qui, anche se qualcuno penserà sicuramente che non centra nulla con il mio blog. Ma è il mio strumento per parlare, sfogarmi, raccontare della mia vita. E quello che è successo è la mia vita. Ha colpito la mia famiglia, anche se si tratta di quella lavorativa.

 

Sì perché Gabrielli & Partner non è solo una studio di marketing. È una squadra, è un gruppo legato e affiatato. È, ripeto, una famiglia. Siamo sempre stati molto attenti e gelosi nell’inserire nuovi professionisti nella nostra bolla, nel nostro ufficio, nei nostri progetti. Perché la nostra priorità era tutelare l’energia che si respirava ogni giorno, la totale sinergia e complicità in cui avevamo la fortuna di lavorare.

 

Così lentamente siamo cresciuti, Davide ed io, poi Daniele, Giulia, Ilaria, Ale e per ultima Elisa. I nostri giovani! Fieri di loro e totalmente orgogliosi di aver avuto la fortuna che avessero scelto noi, Linda e Davide Gabrielli. La squadra poi stava crescendo sempre di più, con Andrea, Claudio, Matteo, Denis. E ognuno di noi si incastrava perfettamente con ogni singolo componente della squadra. Chiamatela magia, fortuna o passione per il nostro lavoro, ma era tutto davvero totalmente perfetto.

Fino a sabato scorso, quando dopo una delle nostre tante cene e momenti di condivisione e gioia, in pochi secondi la magia si è spenta.

leggi di più 7 Commenti

PARLARE CON I NOSTRI BAMBINI

OGGI PARLIAMO CON... MARTINA, PSICOLOGA!

leggi di più 2 Commenti

CALENDARIO DELL'AVVENTO FAI DA TE

Mamme è arrivata l'ora di metterci all'opera! Che ne dite se quest'anno prepariamo in casa il calendario dell'Avvento? Abbiamo 14 giorni di tempo per prepararlo!

 

Si tratta di una tradizione molto antica: in passato le mamme preparavano delle casette con 24 finestre che i bambini aprivano giornalmente durante i 24 giorni che precedevano il Natale. Molto spesso lo si faceva al mattino, perché all'interno della finestrella si trovava un versetto della Bibbia che veniva recitato insieme. Così, un giorno, nel 1908, Gerhard Lang di Monaco di Baviera, decise di portare avanti la tradizione di sua mamma e di stampare il primo Calendario dell'Avvento. Poi, negli anni '20, i versetti della Bibbia furono sostituiti da piccoli quadrati di cioccolato, esattamente come quelli che oggi troviamo nei nostri negozi.

 

Ma per le mamme più creative ecco qui 20 bellissime idee per un calendario fai da te! Buon lavoro!

leggi di più 0 Commenti

ALIMENTAZIONE SANA A SCUOLA E IN FAMIGLIA

La settimana scorsa, presso la scuola materna di Predazzo, si è svolto un interessante incontro sull’alimentazione sana a scuola e in famiglia, condotto dal Dott. Andrea Maino, dietista, insegnante e consulente della Federazione provinciale delle scuole materne di Trento.

 

La serata aveva come primo obiettivo quello di trasmettere l’importanza di creare un rapporto sano con il cibo, poiché solo dopo arriva automaticamente anche l’assunzione il cibo sano. Spesso noi mamme abbiamo un approccio troppo forte, impositivo e apprensivo nei confronti dell’alimentazione, perché cerchiamo di trasmettere la nostra protezione anche attraverso il cibo. Mentre, per il bambino, questo serve esclusivamente per nutrirsi quando si ha fame.

 

Italia e Grecia detengono il più alto tasso in Europa con bambini in sovrappeso, nonostante la nostra famosa dieta mediterranea… quindi cosa c’è che non va? Succede che i nostri bambini assumono eccessivamente proteine, zuccheri semplici e sodio, mentre risulta carente l’apporto di ferro e fibre.    

leggi di più 0 Commenti

L'INDIRIZZO PER LA LETTERINA A BABBO NATALE

Non per mettervi fretta... ma lo sapete che mancano 46 giorni a Natale?!?

E siccome oggi in Val di Fiemme è arrivata la prima neve, scattano ufficialmente tutti i preparativi... iniziando dalla lettera a Babbo Natale!

 

Questo è sicuramente uno dei momenti più emozionanti del Natale! I sogni diventano realtà, mettendo nero su bianco tutti i desideri (sì, effettivamente, spesso e volentieri la cosa ci sfugge leggermente di mano e la lettera si trasforma in una lunghissima lista della spesa!)

 

Lavinia adesso è perfettamente consapevole della figura di Babbo Natale, quindi sta già pensando a cosa chiedergli da mesi! Non so se ha compreso che deve essere brava per riceverli! ;-)

Inoltre mi ha detto che ora non ha più paura e che gli chiederà di venire ancora a casa nostra: l'anno scorso è arrivato con sacchi pieni di regali per tutta la famiglia, ma Lavinia era letteralmente terrorizzata da Babbo Natale.

Vediamo se tornerà....

leggi di più 0 Commenti

PASSATO DI VERDURE E OMOGENEIZZATO DI CARNE CON IL BIMBY

Ricordo ancora perfettamente il momento dello svezzamento con Lavinia: la parola ANSIA direi che rispecchia perfettamente quello che era il mio stato d’animo.

 

La pediatra mi aveva dato delle linee guida da seguire e guai a sgarrare di un grammo, ero capace di metterci delle ore per fare un passato di verdure!

 

Poi, confrontandomi con un’altra mamma che si trovava nella mia stessa situazione, è venuto in nostro aiuto il Bimby e da allora ho iniziato a creare scorte settimanali di passato di verdura e omogeneizzati di carne!

 

Ecco quindi le due ricette della salvezza!

leggi di più 0 Commenti

20 LAVORETTI PER BAMBINI IN ATTESA DI HALLOWEEN

Ieri abbiamo visto un po' di idee per realizzare delle magnifiche zucche, paurose oppure eleganti, intagliate o semplicemente dipinte!

Noi abbiamo optato per la classica zucca con gli occhi e il naso a triangolo e una bocca sdentata. Chiaramente a tagliare ci ho pensato io (ah per le finiture mi sono aiutata con un taglierino), ma Lavinia si è divertita un sacco a fare la piccola cuoca pasticciona con la polpa e i semini che abbiamo tolto dalla zucca!

 

Oggi, invece, vi propongo 20 lavoretti per decorare la nostra casa e le stanze dei bambini! Sono tutti molto semplici e anche il materiale da utilizzare è facilmente reperibile: cartoncini, palloncini, foglie, pennelli, bicchieri... ma sono tutti bellissimi e dall'effetto mostruoso assicurato!

 

Buon lavoro a tutti!

leggi di più 0 Commenti

ZUCCA DI HALLOWEEN: PREPARAZIONE E IDEE!

Lavinia ha deciso: oggi si fa la zucca di Halloween! Perché George, la scimmietta curiosa (lo conoscete tutti vero questo cartone?), ha detto che si deve fare!

Quindi mi sono informata sulle varie procedure e siamo pronte alla sfida!

Tutto quello che ci serve è:

  • zucca: dimensioni e forma a vostra scelta e fantasia
  • coltelli affilati di diverse dimensioni
  • cucchiaio per scavare polpa e semini (comodo quello da gelato o scavino per melone)
  • pennarello lavabile (così è facilmente rimovibile dalla zucca dopo aver fatto le varie incisioni)
  • tavolo e pavimenti tappezzati di carta e tovaglie cerate per contrastare il disastro che faranno i nostri teppisti
leggi di più 2 Commenti