DUBBI E PAURE DI UNA FUTURA MAMMA

PARLIAMO CON SARA... AMICA E MAMMA IN DOLCE ATTESA

Ciao! Sono Sara e a luglio diventerò mamma per la prima volta!

 

Durante questi mesi di gravidanza mi sono ritrovata spesso a raccontare i miei dubbi, le mie paure, le mie insicurezze... Bè, sono solo trentordicimila!!!

 

Solitamente spaziano dal "Sarà sano?", al "Se avrà la mia testa non ci passerà mai da quel microbuco!", passando per "Come si può crescere in un mondo di guerra, omofobia, corruzione e chipiùnehapiùnemetta!" e finendo con "Già è un avvenimento che io non perda anche le seconde chiavi della macchina, figurati come farò con un esserino che dipenderà da me... e poi dovrò occuparmi della casa...".

 

Personalmente mi ritengo molto fortunata: la sorpresina che vive dentro di me ha un padre attento e premuroso e che equivale ad una ditta di pulizie con l'entusiasmo di Pollyanna il giorno di Natale! Vivrà immerso nel verde del Mulino Bianco Trentino e avrà una famiglia enorme, piena di nonni/Mery Poppins e zii tutto fare, oltre che una miriade di cugini, gatti e amici!

 

Di cosa spaventarsi quindi?

Ammetto che il parto mi spaventa, ammetto che anche la salute del mio bimbo è un pensiero costante da quando ho ritirato il primo esito degli esami del sangue... otto, nove, dieci dita... bene! Poi devo stare attenta a cosa mangio, non devo strafare o stancarmi troppo... Sembrerà assurdo, ma le mani incondizionatamente le ritrovo lì, sul pancino, per proteggere il mio bimbo che deve ancora nascere!

 

Poi ho paura di come farò a stare sveglia la notte. E la notte dopo. E quella dopo ancora. Ho paura del giudizio degli altri: Allatterai? Perché allatterai? E perché non lo farai? Vaccinerai? Il ciuccio? Oh no... io ho un brutto carattere... come affronterò tutte queste cose in modo educato???

 

A dirla tutta ho anche paura di non rientrare nei miei jeans preferiti o di perdermi qualche viaggio o qualche esperienza tra amici... E poi un altro grande pensiero è il lavoro... Good Bye!

 

Poi ti arriva un calcetto, sorridi, accarezzi quel bernoccolo sporgente dalla tua pancia e pensi che... vabbè... si nasce così da millenni e poi hanno partorito anche taglie 34-36. Farò una scorpacciata di sushi dopo il 12 luglio e per fortuna esistono i correttori per le occhiaie. E per quanto riguarda gli altri penseremo a come rispondere a tempo debito! Per un nuovo lavoro (tasto dolente) non è proprio il momento più roseo, ma sono sicura che tra l'astronauta e il tornitore di angurie (tanto per non sminuire nessuna categoria), ci sarà un posticino anche per me!

 

Quindi rimane il dubbio sulla vita post. Ma prometto ufficialmente che mi impegnerò a mantenere una vita semi-normale, passatemi il termine, anche con il mio pulcino. Che viaggeremo tutti e tre insieme, andremo in gita, al compleanno di Tizio, al matrimonio di Sempronio, a cena da Caio. E che staremo a casa nel lettone fregandocene di dove sono Tizio, Caio e Sempronio nel weekend... ma saremo felici!

 

Ecco, tutte queste sono le mie paure. Ma la mia paura più grande è di non riuscire a rendere felici "i miei due Cuori", come li chiamo io.

 

Senza dimenticarsi dei jeans!   :-)  



Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Milena (domenica, 15 maggio 2016 14:25)

    Sarai una mamma meravigliosa
    Tutto verrà da sè, senza tanto ma e tanti perché... Il tuo cuore e l'istinto ti guideranno
    Un abbraccio

  • #2

    Sara (domenica, 15 maggio 2016 15:13)

    ..grazie Milena!! Un abbraccio grande, anche al tuo bimbo!