LEGOLAND, E NON SOLO!

Quest’anno, in agosto, abbiamo boicottato il mare, troppo affollato e troppo caro! Così abbiamo deciso di fare tre giorni a spasso tra la Germania e la Svizzera.

 

1 giorno. Predazzo – Kempten – Memmingen – Gunzburg

(420 km)

 

Partenza al mattino presto e via verso il nord, dove tutto è bello e rilassante: l’aria, il panorama, quel senso di quiete e ordine, persino il viaggio in macchina è piacevole, grazie ad un’infinita natura che ci accompagna per tutto il tragitto.

Dopo la prima sosta al Brennero per fare colazione e comprare la “vignette” per l’autostrada, abbiamo deciso di fermarci a Kempten. E abbiamo fatto bene! Il centro storico merita davvero se si è appassionati di cittadine tedesche, poi ci sono tantissimi negozi e, che ve lo dico a fare, ristoranti e caffè tipici ovunque. A pranzo un currywurst con insalate di patate e via verso la prossima tappa!    



Seconda destinazione: Memmingen.

Avete presente quando, incantata dalla prima visita, si è convinti che la prossima non ci colpirà più di tanto? Ecco questo era il mio stato d’animo non appena sono scesa dalla macchina. Ma ovviamente mi sbagliavo. Memmingen, infatti, al fascino pulito, preciso, montano di una cittadina tedesca, unisce vagamente il ricordo dei paesini olandesi, mentre ti ritrovi ad attraversare ponticelli sopra piccoli canali di acqua e a scorrere la mano su sottili ringhiere di ferro.

Così, tra una posa e l’altra della piccola modella Lavinia e una pausa caffè (rigorosamente molto lungo, l’espresso lo beviamo solo in Italia 😄), anche il pomeriggio è volato… Non ci resta che salire di nuovo in macchina per andare a Gunzburg, dove abbiamo prenotato l’hotel.



L’Hotel Zettler si trova a pochissimi chilometri da…. LEGOLAND.

Inutile dirvi che ero più agitata io dei bambini (che ovviamente ignoravano quello che avrebbero vissuto il giorno dopo). Sul sito di Legoland trovate diverse strutture convenzionate con il parco come questa, oltre a quelle totalmente personalizzate Lego direttamente nel parco.

Per quanto riguarda il nostro pernottamento sono sicuramente molto soddisfatta (ad eccezione del cuscino, scomodissimo 😅). La colazione è da 10 e lode: dolce, salato, pane, frutta… ogni gusto e palato trova soddisfazione dall’offerta di questo hotel. E la cosa più importante è la coerenza verso i piccoli ospiti. Lorenzo, ad esempio, per la prima volta ha dormito in un vero lettino di legno e non in uno da campeggio; in bagno c’era un’alzatina per avvicinarsi al lavandino, in sala colazione piattini e cacao per bambini e, di fianco, una piccola sala giochi (ovviamente con giochi Lego) per permettere a mamma e papà di gustarsi il caffè del mattino.



2 giorno. Legoland – Stoccarda

(115 km)

 

In tantissime mi avete chiesto per che età è adatto il parco e se merita davvero andarci. Da appassionata di parchi divertimenti non posso che dirvi di sì, sì. sì. Anche perché ho scoperto che la gestione è la stessa di Gardaland… quindi successo assicurato! Anche a Legoland ci sono diverse aree tematiche come i pirati, o gli egiziani, poi c’è il Giappone e la giungla e altri ancora. Noi siamo entrati in apertura alle 10.00 e siamo usciti alle 16.30, con mamma e papà letteralmente sfiniti! Ma è stato bellissimo!

Come tipologia di attrazioni, se a Gardaland gli adulti possono trascorrere una giornata intera su e giù su diverse giostre, Legoland mi è parso più a misura di bambino. L’accesso alle attrazioni dipende dall’altezza del bambino: dagli 80 cm, si passa ai 100 cm e poi 120, che ti permettono di fare praticamente tutto. Lavinia, che è alta 108 è salita su parecchie giostre, Lorenzo sicuramente molte meno, ma lo immaginavo.

Una cosa carinissima che ho trovato? Un punto Hipp super attrezzato ed accogliente per le mamme che allattano o con bambini in fase di svezzamento: è tutto perfettamente organizzato e fornito... seggiolini, tappetino per giocare, scaldapappe, scaldabiberon, fasciato... Davvero una bella comodità per le mamme e i loro piccolini!

Vi metto un po’ di foto così potete farvi un’idea di cosa c’è e ovviamente vi consiglio di visitare il loro sito, dove potete trovare tutte le informazioni e scaricare la mappa del parco con tutte le attrazioni!



Usciti dal parco, manco a dirlo, tre minuti di macchina ed entrambi i disperati dormivano, quindi ci siamo messi in viaggio verso Stoccarda, che abbiamo raggiunto in circa un’ora e un quarto. Il tempo di lasciare i bagagli in hotel e via per un giretto in centro, che ci ha regalato delle splendide luci al tramonto!



3 giorno – Zurigo

(215 km)

 

La nostra ultima destinazione è stata in terra Svizzera, a Zurigo. Bellissima!!! Sapevo già che è una città affascinante, ma non avrei mai pensato così tanto! Caratteristica, ma allo stesso tempo innovativa. Legata alla storia, ma fortemente collocata nel presente. E così, senza nemmeno accorgercene, abbiamo camminato per 12 kilometri (anche Lavinia, la mia piccola camminatrice)... Scopri il centro storico, gira in questo angolino, sali di qua, affacciati sul fiume, ammira la vastità del lago... E poi, improvvisamente, ti ritrovi tra la folla e le vetrine con i marchi più conosciuti.

Insomma, Zurigo è una città che merita assolutamente di essere visitata, anche solo per un giorno come abbiamo fatto noi!

 

Ok direi che questo post è diventato fin troppo lungo, quindi mi fermo.

Video (qui sotto) e fotografie sono certa che raccontano meglio delle mie parole.

 

Un abbraccio

 

Linda




Scrivi commento

Commenti: 0